La Casa della Legalità - Onlus è un'associazione nazionale di volontariato, indipendente ed opera senza finanziamenti pubblici o sponsor

seguici e interagisci suFACEBOOK TWITTER  YOUTUBE

CASA DELLA LEGALITA' E DELLA CULTURA - Onlus
Osservatorio sulla criminalità e le mafie | Osservatorio sui reati ambientali | Osservatorio su trasparenza e correttezza della P.A.

Il libro "TRA LA VIA EMIILIA E IL CLAN"

Tra la via Emilia e il Clan

Il 27 febbraio 2010 è uscito il primo I-BOOK della collana "Quaderni dell'Attenzione"
promossa dalla Casa della Legalità e da Led.it.

Il primo volume, che sarà distribuito in formato .pdf direttamente in rete a chi sottoscrive 10 euro alla Casa della Legalità, ed alle iniziative pubbliche su cd, si intitola: "TRA LA VIA EMILIA E IL CLAN" e racconta di quella politica ed economia spregiudicate e di quelle mafie che si hanno in casa ma che non si vuole vedere.

Fatti e protagonisti, nomi e cognomi per un informazione a 360° gradi...

63 “famiglie"
Camorra, 'Ndrangheta e Cosa Nostra,
l'arrivo e l'alleanza delle mafie dell'est...


si mimetizzano, delinquono, riciclano
insieme alla criminalità finanziaria,
alla spregiudicatezza di taluni “imprenditori”
e le complicità dei colletti bianchi...soffocano economia, libertà, dignità e ambiente.
Non solo il braccio “armato” delle mafie,
ma il contesto di collusioni, complicità,
contiguità e convivenze del “sistema emiliano”...
dal vecchio Raul alle Coop sino all’arrivo dei Pizzimbone, gli amici di Dell’Utri

 

Nel volume anche due ampi capitoli che legano l'Emilia Romagna alla Campania e ci raccontano di collusioni e di affari sporchi, dalla vicenda di Nicola Cosentino a quella di Vincenzo De Luca.

Il libro è curato da Christian Abbondanza e Antonio Amorosi, con prefazione di Ferruccio Sansa.

Questa non è un antologia sulle mafie. Non è nemmeno un manuale o un romanzo. Sono frammenti di realtà, di fatti... nomi e cognomi, società, storie e dati. E' un filo di Arianna che lega contesti, episodi, società e persone.

L'Emilia Romagna è terra di mafia. Lo è da decenni. Non è una realtà ove le mafie hanno un controllo "militare" del territorio, bensì dove le mafie fanno i loro affari, quelli illeciti e quelli nell'ambito della cosiddetta 'economia legale'.
Parte della classe politica e imprenditoriale, centrata per lungo tempo su un monopolio impenetrabile e spregiudicato, ha garantito quel terreno fertile per permettere alle cosche di trovare uno spazio sicuro per i propri affari.

Ci distraggono, fanno puntare la nostra attenzione su fatti importanti ma marginali rispetto alla realtà odierna, e così, mentre si fanno parole, trasmissioni e libri sui soliti noti, un esercito di mafiosi, corrotti e collusi devasta il Paese, la nostra terra. Occorre conoscere i fatti, puntare i riflettori su questa realtà, sul network della più grande azienda e fabbrica di voti del Paese, la Holding della Mafia spa.


PER RICEVERE UNA COPIA DEL LIBRO IN PDF

basta sottoscrivere 10,00 euro alla Casa della Legalità
ed indicare un indirizzo e-mail ove sarà inoltrato il file

 



Di seguito il sommario del libro...


Premessa ai “Quaderni dell'Attenzione”
della Casa della Legalità e Led.it

Prefazione
di Ferruccio Sansa

Introduzione
di C.Abbondanza e A.Amorosi


I° PARTE – LE COSCHE IN TERRA D'EMILIA

Capitolo 1
UNA PRESENZA CONCLAMATE NELLE PROVINCE EMILIANE
1.1 - 'Ndrangheta, Cosa Nostra, Camorra, Scu, mafie straniere
1.2 - Per conoscerle meglio...
1.3 - Anche il Parlamento è consapevole...

Capitolo 2
QUALCHE DATO IN PIU' SULLE COSCHE E LA LORO STORIA
2.1 - I “soggiorni” emiliani
2.2 - Gli 'ndranghetisti
2.3 - Casalesi, Nuvoletta e Cosa Nostra, vocazione “affari”
2.4 - Lungo l'asse gelese tra Caltanissetta, Genova e Milano


II° PARTE – ECONOMIA SPREGIUDICATA, CONNIVENTE E COMPLICE

Capitolo 3
GLI “AFFARI” ED I PATTI SCELLERATI
3.1 - Il “sistema” Emiliano
3.2 - Raul il “nostrano”
3.3 - Parmalat che distribuzione...
3.4 - Storie di “compromissione” di un tessuto padano
Le cooperative emiliane e le camorre nel post terremoto
La ICLA tra gli appalti bolognesi e la Tav del sud
Un Aeroporto da “onorata società”
3.5 - Pizzarotti altri emiliani doc, come Lunardi il “convivente”
3.6 - Il 'cartello' dei Mamone e gli affari emiliani tra Liguria e Toscana
3.7 – Cresciuti con Bologna, arrivati Pizzimbone


III° PARTE – MAFIE E PROFESSIONISTI, DALLE ARMI AGLI AFFARI
TRA CERTE PAGINE... MEGLIO NON LEGGERE

Capitolo 4
RICICLAGGIO ED AZZARDO... IL DIROMPENTE GIOCO DELLE MAFIE

Capitolo 5
EMILIA, TERRA DI 'NDRINE, ESTORSIONI, ARMI, DROGA

Capitolo 6
TRA I BARBARO DI BUCCINASCO ED I BELLOCCO DA ROSARNO


IV° PARTE – I POLITICI DEL SUD E GLI AFFARI EMILIANI

Capitolo 7
COSENTINO, L'ONOREVOLE CHE NON SI PUO' ARRESTARE
5.1 - 7 novembre 2009 – arrestate l'onorevole della Camorra
5.2 - La storia con protagonisti e fatti del patto Cosentino-Camorra
5.3 - Ed a IMOLA in terra d'Emilia...
5.4 - Qualcuno non dimentica gli “amici”... ma la Procura indaga

Capitolo 8
LOTTIZZAZIONI (IM)PERFETTE TRA GLI EMILIANI ED IL DE LUCA
6.1 - In un Comune che andava sciolto per mafie, ma...
6.2 - Quanti emiliani pronti a fare affari facendosi clan
6.3 - La truffa quasi perfetta tra Modena e Salerno, passando per Roma...
6.4 - Ed intanto... con il De Luca spunta la banda che fa “luce”
6.5 - Procedete su De Luca & C... e spunta anche un camorrista


V° PARTE – TASSELLI DI UN CONTESTO...

Capitolo 9
STALINGRADO... DOVE SI PERDE IL CONFINE DELLA LEGALITA'
7.1 - Quella rete illegale di società di Partito
7.2 - Don Gigi ed il sogno degli scalatori con il compagno Consorte
7.3 - I simboli dello smarrimento e i più deboli da aiutare

Capitolo 10
ANOMALIE DI GIUSTIZIA E QUESTIONE DI OPPORTUNITA'


VI° – IN CONCLUSIONE

Capitolo 11
EPPURE SI POSSONO SCONFIGGERE E DISTRUGGERE

 

 

Tags: quaderni dell'attenzione, tra la via emilia e il clan

Stampa Email

presto attivo il

Frammenti sulla Liguria

Frammenti su altre Regioni

Dossier & Speciali

I siti per le segnalazioni

Osservatorio Antimafia
www.osservatorioantimafia.org

Osservatorio Ambiente e Salute
www.osservatorioambientesalute.org

Osservatorio sulla
Pubblica Amministrazione
www.osservatoriopa.org

 

e presto online

sito in fase di allestimento