La Casa della Legalità - Onlus è un'associazione nazionale di volontariato, indipendente ed opera senza finanziamenti pubblici o sponsor

seguici e interagisci suFACEBOOK TWITTER  YOUTUBE

CASA DELLA LEGALITA' E DELLA CULTURA - Onlus
Osservatorio sulla criminalità e le mafie | Osservatorio sui reati ambientali | Osservatorio su trasparenza e correttezza della P.A.

Buccinasco - Sig. geometra Frontini noi non siamo "stupidini"

Ordinanza dell'Operazione PARCO NORDCi scrive il geometra Achille FRONTINI in merito a quanto contenuto nel volantino distribuito a BUCCINASCO dalla Casa della Legalità e dal titolo "Quando hai la mafia in casa". Nella sua nota il geometra FRONTINI "precisa necessariamente e doverosamente a chiarimento morale e professionale della Sua persona che : per le imputazioni ascrittegli, il Tribunale del Riesame di Milano in data 04 Dicembre 2009 ha escluso le aggravanti relative ad aver commesso il fatto di aver agevolato l'attività del soladizio criminoso Barbaro-Papalia , nonchè l'esclusione di aver commesso falso su atto facente fede fino a querela di falso".
Visto che ci tiene alla precisione, doverosamente pubblichiamo quanto sopra inviatoci e precisiamo anche noi, non solo rimandando integralmente all'Ordinanza del GIP di Milano, dott. Giuseppe Gennari, emessa il 26 ottobre 2009, su richiesta dei pm di Milano, Ilda Boccassini, Alessandra Dolci, Mario Venditti e Paolo Storati, che avevamo già pubblicato integralmente (leggi qui - formato .pdf), ma anche pubblicando di seguito ampi estratti della stessa, dove si evidenziano i fatti, i contatti ed i comportamenti del "perito del Tribunale" geometra Achille FRONTINI. Quanto evidenziato ampiamente nell'Ordinanza relative all'Operazione PARCO NORD e negli estratti che seguono che riprendono la ricostruzione meticolosa dei fatti, le intercettazioni ed i riscontri sull'operato del FRONTINI, rappresentano nei fatti - indipendentemente dalla conclusione che avrà il procedimento nel suo complesso - una questione di assoluta rilevanza (e gravità) pubblica, proprio come grave è l'aspetto del comportamento di alcune banche su cui abbiamo scritto di recente (leggi qui). 
Cogliamo anche l'occasione per pubblicare di seguito agli estratti dell'Ordinanza le foto degli arrestati nell'ambito dell'operazione PARCO NORD. Buona lettura:

Nei capi di imputazione si legge:
"
FRONTINI Achille - IORIO Alfredo - MADAFFARI Andrea
Q) del delitto p. e p. dagli artt. 110, 479 c.p. 7 d.l. 152/91 perché, in concorso tra loro, Frontini (quale esperto nominato ai sensi dell'art. 568, 68 c.p.c. per la redazione della relazione di stima nell'ambito della procedura esecutiva n. 539/07 R.G.E. Tribunale di Milano avente ad oggetto i terreni di cui ai mappali nn. 272 e 273 nel comune di Buccinasco di proprietà di Annamaria Palanzona), gli altri quali istigatori e beneficiari del falso, redigevano una relazione di stima da
considerarsi falsa in quanto...
a) affermavano falsamente che alla data dell'accesso al bene (14.3.08) quest'ultimo era libero, quando invece lo stesso era stato inglobato nel cantiere dell'Immobiliare Buccinasco srl.
b) allegavano fotografie attestanti falsamente lo stato del bene al 14.3.08, quando invece le stesse sono state effettuate successivamente;
c) valutavano il bene oggetto di stima € 17.387, da considerarsi nettamente inferiore al valore di mercato;
Con le aggravanti di aver commesso il falso su un atto facente fede fino a querela di falso e al fine di agevolare l'attività del sodalizio criminoso BARBARO-PAPALIA.
In Milano il 24 aprile 2008, data del deposito della relazione di stima presso la cancelleria del Tribunale di Milano - ufficio esecuzioni immobiliari."

E ancora: "FRONTINI Achille
R) del delitto p. e p. dagli artt. 319 c.p. 7 d.l. 152/1991 perché, nella qualità di cui al capo che precede, al fine di compiere e per aver compiuto atti contrari ai doveri d'ufficio, e in particolare al fine di redigere e per aver redatto la falsa relazione di stima di cui al capo Q), riceveva da Iorio Alfredo e Andrea Madaffari la somma di circa € 32.000,00, in tal modo realizzando un totale asservimento della funzione pubblica agli interessi privati
Con l'aggravante di aver commesso il fatto al fine di agevolare l'attività del sodalizio criminoso BARBARO-PAPALIA.
In Milano tra il gennaio e il febbraio 2009.
IORIO ALFREDO - MADAFFARI Andrea
S) del delitto p. e p. dagli artt. 110, 321 in relazione all'art. 319 c.p. 7 d.l. 152/91 perchè, in concorso tra loro, al fine di far compiere e per aver fatto compiere a Frontini (quale esperto nominato ai sensi dell'art. 568, 68 c.p.c. per la redazione della relazione di stima nell'ambito della procedura esecutiva n. 539/07 R.G.E. Tribunale di Milano avente ad oggetto i terreni di cui ai mappali nn. 272 e 273 nel comune di Buccinasco di proprietà di Annamaria Palanzona) atti contrari ai doveri d'ufficio e in particolare perché quest'ultimo redigesse e per aver redatto la falsa relazione di stima di cui al capo che precede, corrispondevano a Frontini la somma di circa € 32.000,00, in tal modo realizzando un totale asservimento della funzione pubblica agli interessi privati
Con l'aggravante di aver commesso il fatto al fine di agevolare l'attività del sodalizio criminoso BARBARO-PAPALIA.
In Milano tra il gennaio e il febbraio 2009.
IMMOBILIARE BUCCINASCO s.r.l. in persona del legale rappresentante pro tempore
T) Art. 25 D.L.vo 231/01 in quanto Iorio Alfredo, amministratore unico della Immobiliare Buccinasco srl, si è reso responsabile del delitto di cui al capo S) , commesso nell'interesse e a vantaggio dell'ente, che attraverso la corruzione di Frontini si è aggiudicato i terreni edificabili di cui ai mappali nn. 272 e 273 nel comune di Buccinasco
In Milano tra il gennaio e il febbraio 2009.
KREIAMO s.p.a. in persona del legale rappresentante pro tempore.

U) Art. 25 D.L.vo 231/01 in quanto Iorio Alfredo e Andrea Madaffari, rispettivamente Presidente e Vice Presidente del CdA di Kreiamo spa, controllante al 90% Immobiliare Buccinasco srl, si sono resi responsabili del delitto di cui al capo S) , commesso nell'interesse e a vantaggio della Kreiamo spa, controllante della Immobiliare Buccinasco srl, che attraverso la corruzione di Frontini si è aggiudicato i terreni edificabili di cui ai mappali nn. 272 e 273 nel comune di Buccinasco
In Milano tra il gennaio e il febbraio 2009."

Nell'Ordinanza i fatti vengono quindi ricostruiti con estrema precisione.
"Il 27.03.2008 (Id. 972738 - Allegato nr. 427) MADAFFARI Andrea preannunciava a BARBARO Rosario un incontro da tenersi negli uffici della KREIAMO e vertente sugli aspetti tecnici dell'edificazione di via Curiel "...che domani hanno un incontro alla KREIAMO con i tecnici per via Curiel...".
Il pomeriggio del 28.03.2008 (prog. 4445 ambientale Kreiamo/sala riunioni - Allegato nr. 428), cosi come preannunciato da MADAFFARI Andrea a BARBARO Rosario, la p.g. captava gli esiti della menzionata riunione, in cui erano stati effettivamente discussi gli aspetti tecnici della nuova edificazione:  "...nessuna conversazione, voci e rumori di fondo sino a tempo 00.23.57 quando si ascoltano Iorio Alfredo, Madaffari Andrea, ed altre persone (uomini e donne). Iorio, un uomo ed una donna conversano nei particolari di una progettazione immobiliare. Da tempo 00.29.30 circa interviene Madaffari e comunica ai presenti che, prima di continuare ad addentrarsi nelle specifiche tecniche, voleva informarli che nei giorni precedenti era stato telefonicamente chiamato da un perito del Tribunale in relazione al piccolo terreno confinante con il lotto in questione" ovvero "La telefonata, del 18 marzo 2008 [con il FRONTINI Anchille, ndr], era la seguente:
Madaffari:- ...
Frontini:- pronto?
Madaffari:- si...
Frontini:- il signor madaffari ?
Madaffari:- si buongiorno...
Frontini:- ah buongiorno sono il geometra frontini del tribunale di milano ..
Madaffari:- buongiorno..
Frontini:- m'ha dato il suo numero il marito della signora papalia .. Dove voi avevate acquistato quel terreno in buccinasco dove c'era su una costruzione che ..se è ancora vostra.. Avete demolito e stan' costruendo ...
Madaffari:- ..incomprensibile ...
Frontini:- e le telefonavo perché .. Eh .. Risulta che due mappali ..piccoli eh.. Di una piccola quantità di terreno a confine con il fabbricato .. Sono ancora di proprietà della signora palanzona ...
Madaffari:- si..
Frontini:- dove purtroppo c'è un'esecuzione immobiliare..
Madaffari:- si...
Frontini:- io l'altro giorno sono stato fuori .. Però lì in cantiere non ho visto nessuno .. Se no ne avrei parlato direttamente ..
Madaffari:- si..
Frontini:- voi adesso .. Tutta l'area l'avete acquisita compreso quei due mappali ?..
Madaffari:- non sono aggiornato io sulla vicenda .. Perché se ne occupa il mio socio che al momento non c'é .. Se lei mi fa la gentilezza di darmi il suo recapito telefonico...
Frontini:- allora le lascio il mio numero ..
La verifica sui tabulati telefonici relativi al Frontini ha evidenziato due chiamate dello stesso giorno, ore 12.07 e 12.28, da Frontini a Salvatore Barbaro. Quindi e vero che Frontini si e procurato il numero di Madaffari dalla signora Papalia."
(...)
"BARBARO e in viaggio assieme a PAPALIA Serafina (la prima conversazione si interrompe per cause tecniche ) e precisa di essere in grado solo di comunicargli il nome del Perito (FRONTINI) con il quale precisa di aver parlato egli stesso nei giorni scorsi (ALL. N. 14/C e N. 14/D):
TRASCRIZIONE INTEGRALE

MADAFFARI:- Sei in viaggio?
BARBARO:- Andrea?
MADAFFARI:- Ti sei fermato?
BARBARO:- No.. sto camminando che sono in viaggio....
MADAFFARI:- Eh.. da giù a su?
BARBARO:- No, non sono su, sono fuori...
MADAFFARI:- Eh.. ti disturbo per questo.....
BARBARO:- Non disturbi....
MADAFFARI:- ...nei giorni passati.. mi aveva chiamato un Perito del Tribunale.. che il numero glielo aveva dato tua moglie....
BARBARO:- ....io.. io glielo avevo dato....
MADAFFARI:- ....uhm.. nel marasma di questi giorni non riesco più a trovare quel foglio dove avevo scritto il suo numero di telefono.. dal momento che siamo seduti.. adesso.. e stiamo definendo il progetto su via Curiel...
BARBARO:- ...si.....

MADAFFARI:- ..è importante sentirlo per capire se ci sono speranze che quel terreno si sblocchi.. quello che ci permetterebbe di fare quegli appartamenti in più.. oppure dobbiamo rassegnarci che non si sblocca.. tu riesci a farmelo avere il numero di questo Perito così lo chiamo?...
BARBARO:- Il nome.. il nome ti posso dare....
MADAFFARI:- ....eh!....
BARBARO:- ...che magari t'informi e vedi....
MADAFFARI:- ..si! Come si chiama?....
BARBARO:- (in sottofondo voce di donna, sembra essere PAPALIA Serafina: "Frontini").....Frontini....
MADAFFARI:- ...geometra Frontini del Tribunale di Milano?....
BARBARO:- ...si.....
MADAFFARI:- ...ok, adesso vedo.. se riesco a trovarlo..
BARBARO:- ....(incomp. disturbo linea)....giù un numero lì.. Andrea....(in sottofondo ancora donna)...
MADAFFARI:- ....ok, va bene...
BARBARO:- .....(donna in sottofondo:....ufficio...)....Boh! Non mi ricordo (pare rivolto alla donna).....vabbé poi lo trovi.. i periti quelli saranno lì....
MADAFFARI:- ...va bene.. grazie....
BARBARO:- ..saluta Alfredo eh!...
MADAFFARI:- ..ciao.. ciao.. grazie....
BARBARO:- ....(incomp per linea, è comunque un saluto)
MADAFFARI:- ..ciao.. ciao
Pochi minuti dopo, alle ore 17.28, IORIO Alfredo chiama FRONTINI Achille con il quale dialoga in merito ai due mappali di terreno; il Perito evidenzia di essere gia stato sul cantiere e suggerisce a IORIO di far separare con una rete rossa l'area del cantiere dal terreno oggetto della perizia precisando "io che sono uscito .. nelle stesse foto che ho già fatto.. ma le posso anche rifare quando c'è la rete rossa tirata se dovessimo andare .. se dovessimo andare in .. a presentare la la.. la valutazione ..perché così sembra che ..in questo momento sembra che vi siate annesi impropriamente quelle particelle di terreno.. (...) hai capito? (...) dunque tirando la rete rossa .. era dentro la recinzione.. voi non vi siete annessi niente .. è lì .." (ALL. N. 14/E):
TRASCRIZIONE INTEGRALE
FRONTINI:- pronto?
IORIO:- Geometra?
FRONTINI:- si...
IORIO:- salve .. sono Alfredo IORIO ...

FRONTINI:- eh!... come va?
IORIO:- io bene .. tu? tutto bene?
FRONTINI:- eh.. abbastanza .. è un po' che non sen.. vi sento più...
IORIO:- eh lo so lo so ... siamo sempre in giro...
FRONTINI:- aspetta che mi metto (ndt sembra si rivolga ad una terza persona vicino a lui) .. scusa ...scusa un attimo eh (ndt rivolto a IORIO)
BREVE PAUSA .. si sentono altre voci in sottofondo da entrambi gli interlocutori
FRONTINI:- un secondo solo eh ...
IORIO:- prego prego ..
FRONTINI:- ecco qua ... (saluta una terza persona e poi...) .. si dimmi...
IORIO:- mi hanno dato un numero di riferimento no.. tuo..
FRONTINI:- si..
IORIO:- segui tu la .. come probabilmente CT .. CTU del .. eh .. per via Curiel Buccinasco...
FRONTINI:- via ? .. Curiel?
IORIO:- Curiel .. si ..
FRONTINI:- si si ...
IORIO:- perché la proprietà di là sono io ...
FRONTINI:- cioè.. quella che sta costruendo? ...
IORIO:- esatto...
FRONTINI:- eh.. di fatti io ho telefonato settimana scorsa .. prima di Pasqua
IORIO:- si..
FRONTINI:- a una persona che m'ave.. a un numero che mi aveva dato l'ex proprietaria
IORIO:- si...
FRONTINI:- e mi fa . NO NO MA LA FACCIO CHIAMARE DA ...
IORIO:- MADAFFARI ...
FRONTINI:- DAL MIO SOCIO COSI' VIA e gli ho detto .. E CHE SI INTERESSA DI QUESTA COSA ... gli ho detto va bene mi faccia chiamare .. poi c'è stato di mezzo evidentemente la Pasqua eccetera e non ho sentito nessuno...
IORIO:- ...INCOMPRENSIBILE..
FRONTINI:- allora .. la morale è questa ..
IORIO:- no no dovevo chiamare io ma purtroppo è morto mio papà settimana scorsa ..
FRONTINI:- ma va ..
IORIO:- si si si
FRONTINI:- oh cacchio condoglianze no non..o porca miseria ..
IORIO:- purtroppo .. purtroppo si e quindi non ho chiamato e infatti non riuscivamo ..e lui mi diceva GUARDA CHE TE L'HO DATO IL NOMINATIVO DELLA PERSONA e io gli ho detto guarda non riesco neanche a ..
FRONTINI:- e be' certo...
IORIO:- a trovarlo il numero .. adesso abbiamo fatto mare e monti e mi han detto che il numero è il tuo .. allora ho preso e ho chiamato ..
FRONTINI:- si ..
IORIO:- ho detto ..lo conosco .. lo chiamo subito ...
FRONTINI:- dunque lì .. è successo questo ..
IORIO:- si..
FRONTINI:- in quel eh...proprietà che avete acquisito
IORIO:- si
FRONTINI:- da una società che aveva comprato dalla signora lì che non mi ricordo più come si chiama ...
IORIO:- PALANZONA...
FRONTINI:- ecco PALANZONA...
IORIO:- si..
FRONTINI:- eh . c'era questa strisciolina di terreno tra la proprietà vecchia e quella di fianco .. una strisciolina di terreno di poche centinaia di metri quadri ..
IORIO:- si ..
FRONTINI:- che non è stata venduta ..perché non è stata rogitata ...e non è in atto di vendita...
IORIO:- no..infatti.. perché ..ma quello lì è stata un grave errore di dimenticanza nella vendita .. perché fisicamente è ritagliata all'interno del ..della mia recinzione..

FRONTINI:- eh.. è recintata dentro ma non è eh ..
IORIO:- INCOMPRENSIBILE..
FRONTINI:- ma non è rogitata eh...
IORIO:- no no infatti . infatti .. quindi noi eh...
FRONTINI:- solo che cosa succede .. eh .. che il bene che aveva la signora PALANZONA
IORIO:- si...
FRONTINI:- cioè il vecchio terreno con la costruzione che aveva sopra .. è riuscita a venderla prima che gli facessero il .. il pignoramento ..
IORIO:- esatto..
FRONTINI:- per cui lei nel pignoramento di fatti .. quello lì han dovuto escluderlo mentre è rimasto dentro nel pignoramento quello che risulta ancora intestato .. per andarlo a riprendere
IORIO:- si..
FRONTINI:- per andarlo a prendere ... ma ci grava su quello tre o quattro ...eh..pregiudiziali eh .. di importi anche abbastanza considerevoli..
IORIO:- si infatti se ..non riusciamo a prenderlo . .purtroppo non potrò prenderlo .. a meno che ..se. .. se tu individui un'altra .. strada per poterlo fare ...
FRONTINI:- allora io posso .. darti .. il nome dell'avvocato del creditore procedente che è una banca...

IORIO:- si
FRONTINI:- in modo che lo possiate sentire .. cioè .. gli dite . .guardate che lì sono duecento metri quadrati eh.. se tutti siete d'accordo io ve lo pago a prezzo di mercato vi dividete . chiudete la questione e mi fate l'intestazione .. perché l'unica cosa possibile è tentare questa via qui ..
IORIO:- perché il nostro avvocato l'aveva già tentata sentendo gli avvocati delle banche ..
FRONTINI:- eh ..
IORIO:- e gli avvocati avevano detto di si .. ma probabilmente o c'è stato qualche fraitendimento non lo so ..
FRONTINI:- ma gli avevano detto di si gli avvocati?
IORIO:- si! ..
FRONTINI:- e allora perché non .. non è andata avanti la questione ...
IORIO:- non lo so .. io farei una cosa di questo genere .. provo a bypassare il nostro avvocato perché è l'avvocato della parte venditrice
FRONTINI:- uhm..
IORIO:- quindi magari eh .. proviamo ad impostarlo .. provo ad impostarlo direttamente io..
FRONTINI:- guarda io adesso sono in giro..
IORIO:- se no ci vediamo mi .. ci vediamo un attimino ?..
FRONTINI:- no ma sta attento .. lunedì ..
IORIO:- si
FRONTINI:- tiro fuori .. o più tardi adesso vado in ufficio .. prendo la pratica ti do chi sono il creditore procedente .. i creditori intervenuti e relativi nomi degli avvocati ..
IORIO:- okay..
FRONTINI:- così fai .. fai una prova .. una .. perché se no devi .. e devi tagliarlo fuori .. io però farei una cosa anche .. a scanso di equivoci ...identificato quel pezzo di terreno lì .. mettigli una rete rossa sulla lunghezza..
IORIO:- uhm.. okay ...
FRONTINI:- eh! ...in modo che nessuno può dire eh... che tu stai occupando quel terreno e dentro alla recinzione hai messo una rete rossa ..
IORIO:- uh uh ..
FRONTINI:- per .. per identificarlo e perchè sai che non è tuo ..
IORIO:- va bene .. va bene ...
FRONTINI:- perchè .. io che sono uscito .. nelle stesse foto che ho già fatto.. ma le posso anche rifare quando c'è la rete rossa tirata se dovessimo andare .. se dovessimo andare in .. a presentare la la.. la valutazione ..perché così sembra che ..in questo momento sembra che vi siate annesi impropriamente quelle particelle di terreno..
IORIO:- ah .. ho capito .. ho capito ... il ragionamento
FRONTINI:- hai capito?
IORIO:- si ho capito
FRONTINI:- dunque tirando la rete rossa .. era dentro la recinzione.. voi non vi siete annessi niente .. è lì ..

IORIO:- va bene .. va bene .. va benissimo .. va bene ..
FRONTINI:- che poi quello lì lo fai fare in cantiere e.. stop e chiuso
IORIO:- ..nell'eventualità .. quel pezzettino di terreno non può andare all'asta per conto suo?
FRONTINI:- no ma va all'asta per conto suo ..
IORIO:- e perchè se no a quel punto .. conviene mandarlo all'asta per conto suo
FRONTINI:- va all'asta per conto suo .. non dovrebbe neanche esserci nessuno che compra eh .. no so cosa son 170 metri mi pare .. non c'è neanche nessuno che va a comprare 170 metri di terreno ..
IORIO:- eh .. è quello che dico ..
FRONTINI:- per quello ..
IORIO:- anche perché non è possibile far nulla .. se non noi annettendo di là..
FRONTINI:- noo.. anche perché poi c'è su una .. una .. come si chiama una .. una pregiudizievole del Comune eh..
IORIO:- del Comune?
FRONTINI:- si.. perché lì c'è un pozzo idrico eh..
IORIO:- dentro quel pezzettino lì?
FRONTINI:- si si ..
IORIO:- pensa te..
FRONTINI:- e dopo ti mando.. te le mando via fax anche dopo..
IORIO:- va bene .. va bene .. allora facciamo così ..
FRONTINI:- arrivo in ufficio e ti richiamo ..
IORIO:- tu hai il mio numero tutto intanto?..
FRONTINI:- si si si ...
IORIO:- va bene va benissimo
Concludono concordando di risentirsi piu tardi
Terminata la telefonata, IORIO Alfredo ne riferiva sinteticamente il contenuto ai presenti, captato in sede di intercettazione "ambientale" di cui al prog. 4445 - vgs. allegato nr. 428, di seguito esposta:
".....ad esito della telefonata, Iorio riferisce ai presenti che conviene recintare il confine con una rete di color rosso. Iorio riferisce altresì che il geometra gli ha comunicato la presenza di un pozzo idrico. Iorio dice ancora che per acquistare il lotto confinante bisogna aspettare la perizia e contattare i singoli avvocati dei creditori insinuati nel fallimento....omissis...".
Piu tardi, alle ore 18.27, FRONTINI richiama IORIO e, precisando di averlo già cercato e di aver parlato con "la signorina" , gli chiede "no niente .. perché siccome tra un po' esco .. eh .. ti do notizie fresche se mi chiami sul .. sul numero dell'ufficio ... okay?"; IORIO conferma "..perfetto .. ti chiamo subito" (ALL. N. 14/F).
I tabulati del traffico telefonico intercorso sulle utenze fisse di FRONTINI confermano che sia prima che dopo la conversazione sopra evidenziata ci sono stati contatti tra le utenze del Perito e quella dell'ufficio di IORIO
:
- alle ore 18:01:09 l'utenza 026685872 di FRONTINI chiama l'utenza (0245864426) fissa di IORIO (65 secondi) (ALL. N. 15/E);
- alle ore 18:51:55 l'utenza fissa (0245864426) di IORIO chiama l'utenza 026686954 FRONTINI (934 secondi) (ALL. N. 15/F).

01.04.2008

Alle ore 10.09, IORIO Alfredo chiama FRONTINI Achille e, dandosi del tu, gli chiede a che ora e per quando hanno fissato il loro prossimo appuntamento.

FRONTINI consulta la propria agenda e risponde "il giorno otto .. che e un martedi .. alle ore 15.30..." ALL. N. 14/E bis).

08.04.2008

Sull'agenda di FRONTINI si rileva l'annotazione "15.30 BUCCINASCO VIA SAN GIUSEPPE DA COTTOLENGO 7 IORIO (VIA ROMA CESANO BOSCONE TRAVERSA DOPO GIGANTE A DESTRA) (27/08)"
Nel corso della mattina , presso gli uffici della KREIAMO, MADAFFARI Andrea riceve la visita di BARBARO Rosario e del di lui "cugino" PAPALIA Domenico cl. 83 (figlio di Antonio) ai quali, parlando dell'investimento immobiliare di Buccinasco via Curiel, riferisce dell'appuntamento fissato con il Geom. FRONTINI nel pomeriggio alle ore 15.30.
....Terminati i convenevoli, uscito Domenicantonio, MADAFFARI Andrea introduceva ai presenti l'argomento via Curiel. Prima di farlo, MADAFFARI si accertava che PAPALIA Domenico fosse già a conoscenza di tutti i fatti inerenti l'argomento che si apprestavano a trattare. BARBARO Rosario glielo confermava con una breve frase dal tono perentorio - Si, dai.. - tanto da far ritenere la domanda di MADAFFARI ovvia e superflua.
Dall'intercettazione ambientale:
si ascoltano rumori come se MADAFFARI Andrea srotolasse un progetto (ndt - per quanto emergerà di seguito trattasi del progetto per via Curiel a Buccinasco).
Madaffari inizia la conversazione premettendo ai presenti che all'epoca dell'acquisto del terreno di via Curiel a Buccinasco allo scopo di edificarlo previo abbattimento della villa li insistente non avevano considerato il piccolo pezzetto di terra confinante e la cosa avrà quale effetto una volumetria di costruzione inferiore a quanto preventivato. Sul punto, Madaffari riferisce che nel pomeriggio ci sarà l'incontro con il perito del Tribunale, geom. Frontini, in relazione a tale appezzamento di confine.
(tempo 00.43.43) Madaffari spiega che per tale ragione:"...perchè che vuol dire che quel valore che avevamo dato a questa casa (ndt villa abbattuta) non è più quello. Perchè poi....tu, la sa lui tutta la storia, no? (ndt - riferimento a Papalia Domenico) Come la stiamo facendo, l'operazione?...."
Barbaro R.:"..si,dai..."

Madaffari A.:"...quindi siamo assolutamente una squadra e l'obiettivo è di portare a casa più soldi possibili..."
MADAFFARI, avendo premesso di far parte della stessa "squadra", nel corso della riunione, comunicava ai presenti del possibile incontro, nella medesima giornata, con il sopra citato geometra FRONTINI, finalizzato ad assicurarsi la partecipazione all'asta giudiziaria. Proprio a riguardo, e senza peli sulla lingua, MADAFFARI richiedeva ai suoi ospiti un possibile loro intervento qualora, all'asta medesima, vi fossero partecipanti:
"....nell'immediato prosieguo Madaffari riferisce che, nell'incertezza sulla possibilità di acquisire tale lotto di terreno confinante, loro hanno proceduto con il progetto di minima che consente l'edificazione di due piani sopra terra e sottotetto. Madaffari spiega che l'eventuale acquisizione del terreno confinante comporterebbe la possibilità di edificare un intero altro piano. L'incontro di oggi con il geom. Frontini servirà a chiarire con che modalità sia possibile acquisire tale terreno, se questo andrà all'asta, quando eventualmente si terrà l'asta medesima.
(tempo 00.45.00) ed in riferimento all'eventuale asta che si potrà tenere, Madaffari Andrea: "...e qui voi potete esserci utili perchè a quel punto, o lo compriamo noi o quello che c'è dall'altra parte (ndt - altro confinate con il lotto) e quindi bisognerà dire a quello che c'è dall'altra parte di non comprarlo perché dobbiamo comprarlo noi! E si sa oggi pomeriggio" (nessuna risposta dei presenti)..
MADAFFARI, evidenziando la favorevole opportunità economica derivante dal buon esito dell'asta giudiziaria a monte della quale ci sarà la perizia di stima del terreno da parte del professionista, suggerisce a BARBARO Rosario di far partecipare all'incontro anche suo fratello Salvatore.
Dalle conversazioni successive si apprende che ne Rosario ne Salvatore BARBARO sono stati presenti all'incontro con FRONTINI.
Nel pomeriggio, come concordato, il geom. FRONTINI è in via Curiel a Buccinasco dove incontra i fratelli IORIO Alfredo ed Andrea e, molto probabilmente, anche BELLONI Daniele (socio all'1% nella KREIAMO SpA) che conosce già il Perito.
La circostanza viene pienamente confermata, tra l'altro, dalle intercettazioni telefoniche; infatti:
- alle ore 15.20 , FRONTINI Achille sta andando sul cantiere di Buccinasco via Curiel per effettuare nuove fotografie e chiama IORIO Alfredo (ALL. N. 14/G):
TRASCRIZIONE INTEGRALE
IORIO:- pronto?
FRONTINI:- Geometra IORIO?
IORIO:- si salve ...
FRONTINI:- ciao .. FRONTINI ..
IORIO:- si .. come stai?
FRONTINI:- bene te? ..
IORIO:- si ..
FRONTINI:- senti io sono in via Emilia .. ho fatto la rotonda della chiesetta e han bloccato via Emilia ...
IORIO:- si..
FRONTINI:- però io la cosa di.. del Gigante non ne ho vista ... venendo da da ...Milano Fiori..
IORIO:- si ma via Emilia di Buccinasco ?
FRONTINI:- di Buccinasco ..
IORIO:- no io sono a Cesano Boscone eh..
FRONTINI:- ah... senti allora .. siccome io devo fotografare qui a Buccinasco la via Curiel...
IORIO:- si..
FRONTINI:- e praticamente sono qui in via Curiel ..perché via Emilia via Curiel è una traversa ..
IORIO:- eh..
FRONTINI:- adesso mi fermo a fotografarla ..
IORIO:- okay...
FRONTINI:- eh .. eh .. poi raggiungetemi per favore per la strada perché io qui proprio ... sono a zero
IORIO:- eh... ti faccio raggiungere di là da mio fratello.. o da ..
FRONTINI:- da chi vuoi..
IORIO:- dal mio socio .. okay.. vedo lì un attimino ..
FRONTINI:- io praticamente sono lì ..
IORIO:- no stai fermo lì in via Curiel e faccio venire lì qualcuno ..
FRONTINI:- io sono lì nel vostro cantiere di via Curiel ..
IORIO:- perfetto..aspetta lì che faccio venire qualcuno ...
FRONTINI:- d'accordo .. grazie ..
IORIO:- grazie ciao ...
FRONTINI:- ciao arrivederci...
- Alle ore 15.21 , IORIO Alfredo chiama MADAFFARI Andrea e gli dice di andare presso il cantiere di Buccinasco via Curiel dove troverà il Perito FRONTINI Achille (del quale gli da il numero di cellulare); IORIO suggerisce a MADAFFARI farsi accompagnare da BELLONI Daniele "perché lui lo conosceva già il sistema" e da IORIO Andrea che dovrà essere presentato "come colui che gestisce le aste direttamente..." (ALL. N. 14/H).
Il rapporto di conoscenza tra FRONTINI e BELLONI Daniele trova conferma nella rubrica telefonica sequestrata al Perito e nei tabulati del traffico telefonico intercorso sull'utenza 026685872 (numero di FRONTINI) dai quali in data 20.12.2007 alle ore 16:29:44 (mesi prima dell'incarico peritale) emerge una chiamata (75 secondi) di FRONTINI verso il numero di BELLONI Daniele (ALL. N. 15/G).
- Pochi minuti dopo, alle ore 15.28 , MADAFFARI Andrea avverte FRONTINI Achille che a breve arriveranno (MADAFFARI ed altri) da lui in via Curiel (ALL. N. 14/I).
- Alle ore 15.35 , MADAFFARI Andrea chiama IORIO Andrea e, facendo riferimento a FRONTINI Achille, gli raccomanda "se riesci a coccolartelo un po' è meglio.. questo è importante per le aste...". IORIO Andrea non e tranquillo e avrebbe preferito che all'appuntamento fosse presente anche "uno dei nostri", MADAFFARI lo tranquillizza precisando che "..poi viene Alfredo .. la discutiamo proprio con lui..." (ALL. N. 14/J).
- Alle ore 15.57 , IORIO Andrea chiama MADAFFARI Andrea e, facendo riferimento al colloquio avuto con FRONTINI Achille, gli spiega "..che ci sono delle cose da sistemare... e anche in breve tempo ... sarebbe il caso di (...)..di far venire un tecnico ?!.. (...) Non è.. non è un problema... E' una cosa... è una cazzata.. E' più un discorso che l'impresa deve fare ...chi sta eseguendo lì le opere".
MADAFFARI chiede se e necessario "faccio venire su...MAX (GENNARO)"; IORIO Andrea conferma aggiungendo "eh l'unica cosa... se MAX.. se no gliela spiego io a MAX ... l'importante. (...) è una cosa che dobbiamo fare... far fare subito" (ALL. N. 14/K).
Concluso l'incontro, IORIO Alfredo riferisce a MADAFFARI che il Perito ha valutato i due appezzamenti di terreno in non meno di 45.000 Euro e gli chiede di comunicare ai BARBARO questa informazione.
Più tardi, alle ore 18.42, FRONTINI Achille telefona a IORIO Alfredo chiedendogli di poter parlare con l'Architetto Gennaro che ha incontrato nel pomeriggio.
Si tratta di GENNARO Massimiliano del quale IORIO comunica il numero di cellulare (3316645094) e
FRONTINI, con chiaro riferimento alla sua visita in via Curiel, afferma "perché tanto che venivo a casa mi è venuta in mente una cosa che forse salviamo bene la questione..." (ALL. N. 14/L).
Appena concluso con IORIO Alfredo, come si rileva dai tabulati del traffico telefonico intercorso sull'utenza 026685872 (numero di FRONTINI), alle ore 18.43 il Perito chiama GENNARO Massimiliano (115 secondi) (ALL. N. 15/H).
Nel corso della serata , parlando al telefono con BARBARO Salvatore, MADAFFARI Andrea riferisce che FRONTINI farà la perizia entro il 26 aprile, il valore della stessa sarà "consono" e che l'operazione "ci costa intorno ai 50.000 euro, per poi fare 100 mq in più" (ALL. N. 14/M).

09.04.2008
Dai tabulati telefonici si rileva che alle ore 17:07:46 l'utenza fissa (0245864426) di IORIO (0245864426) chiama utenza 026686954 FRONTINI (76 secondi) (ALL. N. 15/I).
Nello stesso momento GENNARO Massimiliano (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) trasmette a FRONTINI (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) una mail con il seguente testo: "Buonasera Geometra FRONTINI, come d'accordo Le allego copia della planimetrai che mi ha richiesto. Le auguro una lieta serata. Cordialità".
Alla stampa della MAIL e allegata la stampa a colori della planimetria del Comune di Buccinasco.

Sulla MAIL, a matita, in corrispondenza del nome Arch. Massimiliano Gennaro e stato annotato il recapito telefonico "3316645094" (utenza in uso a GENNARO Massimiliano) e, più sotto, l'appunto "183-> 80 Euro" .

10.04.2008

Dai tabulati telefonici si rileva che:
- alle ore 14:07:12 l'utenza 026685872 di di FRONTINI chiama l'utenza fissa di IORIO (0245864426) (17 secondi) (ALL. N. 15/H);
- alle ore 15:45:59, GENNARO Massimilano chiama FRONTINI sull'utenza 026685872 (58 secondi) (ALL. N. 15/H);
- alle ore 17:17:42, FRONTINI dall'utenza 026685872 chiama GENNARO Massimilano (316 secondi) (ALL. N. 15/H);
- alle ore 17:48:15 l'utenza fissa di IORIO (0245864426) chiama l'utenza 026686954 di FRONTINI (69 secondi) (ALL. N. 15/J).
Pochi minuti prima dell'ultima chiamata di IORIO, FRONTINI riceve da GENNARO Massimilano la seguente mail :
Da: "max gennaro" <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
A: <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
Data invio: giovedi 10 aprile 2008 17.45
Allega: 2008_04_10 ELABORATO DISTANZE BUCCINASCO.pdf
Oggetto: BUCCINASCO VIA CURIEL
Buonasera,
in allegato il file di quanto in oggetto con le modifiche.
Cordialità
--
arch. Massimiliano Gennaro
KREIAMO Progettazione
Tel (+39) 02 45864426
Tel (+39) 02 45867251
Fax (+39) 0245861679
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.kreiamo.com
...
Poco dopo (ore 18.01) FRONTINI, come si rileva dai tabulati telefonici, dall'utenza 026685872 contatta il cellulare di GENNARO Massimiliano (16 secondi) (ALL. N. 15/K).
Conclusa la telefonata con GENNARO, FRONTINI telefona a IORIO Alfredo e, confermandogli di aver ricevuto "tutto" dall'Arch. GENNARO, concordano il valore delle particelle del terreno da indicare nella perizia, importo che secondo i loro calcoli oscillerà tra 17.000 e 18.300 Euro (ALL. N. 14/N).
E' evidente che il Perito ha sotto mano la stampa della mail ricevuta il giorno precedente da GENNARO sulla quale annota "183-> 80 Euro", calcolo del quale parla con IORIO nella telefonata.
TRASCRIZIONE INTEGRALE
IORIO:- Pronto?
FRONTINI:- IORIO?
IORIO:- Si?!
FRONTINI:- FRONTINI.. Ciao
IORIO:- Ciao.. Come stai?
FRONTINI:- Bene.. Te?
IORIO:- Bene.. Grazie mille..
FRONTINI:- Senti.. Ho ricevuto il tutto dal GENNARO... l'architetto GENNARO..
IORIO:- Si..
FRONTINI:- Il terreno agricolo cosa vale lì a Buccinasco..100 Euro al metro?..
IORIO:- 100 Euro al metro quadrato? Il terreno agricolo?
FRONTINI:- Mh..
IORIO:- Ma va..
FRONTINI:- 45.. 40
IORIO:- Ma va.. Se.....agricolo...agricolo.. agricolo..
FRONTINI:- Si...seminativo...irriguo o così via..
IORIO:- Ma se vale 10 Euro al metro è già tanto..
FRONTINI:- No.. Ma non posso metterti 10 Euro al metro.. Devo metterti almeno 80 Euro al metro..
IORIO:- Eh.......Ok..
FRONTINI:- Allora.. Comunque...Eh... 100..(Frontini rivolgendosi a Sabrina le chiede perchè non vada più la calcolatrice?) ...183 x 80..fa meno di 18.200, fa 17.000 Euro!!
IORIO:- Si..
FRONTINI:- Ti va bene?
IORIO:- Va benissimo..
FRONTINI:- Ok..
IORIO:- Capito tutto
FRONTINI:- Bravo
IORIO:- Grazie mille
FRONTINI:- Prego
Si salutano

11.04.2008
Alle ore 09.41 , FRONTINI Achille chiama IORIO Alfredo e, parlano della perizia, gli comunica "l'ho chiusa 17.387... Ok? ...In settimana deposito.. settimana prossima deposito".
IORIO apprende con entusiasmo "bravissimo ... Sei stato gentilissimo ... Fantastico.. fantastico, grazie mille..." (ALL. N. 14/O).
Il valore comunicato a IORIO coincide esattamente con quanto indicato da FRONTINI nella perizia.
Nel pomeriggio GENNARO Massimilano trasmette a FRONTINI un'altra mail avente ad oggetto "buccinasco via curiel" allegandogli quattro fotografie "al fine di evidenziare la separazione delle due proprietà". La seguente mail e stato rinvenuta sia su supporto informatico che su carta :
Da: "max gennaro" <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
A: <Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.>
Data invio: venerdi 11 aprile 2008 15.47
Allega: recinzione lotto - dalla ns. proprieta.JPG; recinzione lotto - dal mappale 272 273.JPG; cancello accesso da strada.JPG; cancello accesso da strada 2.JPG
Oggetto: buccinasco via curiel
BUONASERA,
come d'accordo Le allego copia delle foto di quanto in oggetto al fine di evidenziare la separazione
delle due proprietà.
Allego due foto del cancelletto pedonale e due foto della recinzione per la delimitazione delle due aree.
Colgo l'occasione per augurarLe un sereno week end.
Cordialità
--
arch. Massimiliano Gennaro
KREIAMO Progettazione
Tel (+39) 02 45864426
Tel (+39) 02 45867251
Fax (+39) 0245861679
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.kreiamo.com
In allegato alla mail GENNARO trasmette i seguenti file [in nota si precisa:Si tratta di fototografie dell'area con la nuova recinzione, per le quali si rinvia alla annotazione GICO citata"]
Nei fatti concernenti le due menzionate particelle, e la loro messa all'asta, oltre a IORIO Alfredo ed al perito FRONTINI, veniva in evidenza la figura di COLAFABIO Alessandro, marito di CRIMI Stella, donna legata a IORIO Alfredo sia da vincoli parentali (sono cugini) che lavorativi. COLAFABIO, Cancelliere al Tribunale di Milano - Sezione del Riesame, abbinava tale sua attività principale ad altra, di collaborazione di fatto alla KREIAMO S.p.A. in relazione all'acquisizione, sempre in aste giudiziarie, di unita immobiliari ad uso abitativo. Altre attività minori esercitate da COLAFABIO si individuano in quella di "tour operator" ed in una generica attività di supporto al cugino acquisito IORIO Alfredo nella gestione dei rapporti politico/amministrativi da questi posti in essere

23.04.2008
Sull'agenda di FRONTINI si rileva l'annotazione "..IORIO", parola cancellata con una barra.
Alle ore 12.23 , FRONTINI chiama IORIO Alfredo e lo informa che il giorno successivo depositerà la perizia in Tribunale ("stanza 54, primo piano") e gli chiede se vuole una copia della stessa "non firmata".
IORIO conferma e gli dice che lo farà incontrare con suo cugino che lavora al Palazzo di Giustizia (COLAFABIO Alessandro).

Concludendo la conversazione IORIO ribadisce piu volte "Ti ringrazio per il momento.. (...) Per il momento ti ringrazio di tutto.." (ALL. N. 14/P).
TRASCRIZIONE INTEGRALE
IORIO:- Pronto?
FRONTINI:- IORIO?
IORIO:- Si
FRONTINI:- Ciao.. FRONTINI
IORIO:- Salve geometra... Come sta?
FRONTINI:- Bene.. Te bene?
IORIO:- Benissimo.. Grazie..

FRONTINI:- Senti un pò! Se vuoi una copia di quello che io domani vado a depositare
IORIO:- Si ?!
FRONTINI:- Manda qualcuno in Tribunale alle 10.30 lì alle ESECUZIONI..Io sono lì alla Cancelleria delle Esecuzioni
IORIO:- Quando? Domani?
FRONTINI:- Domani
IORIO:- Ok... Va bene..
FRONTINI:- Io domani deposito.. Ti ho fatto una copia..non firmata logicamente..
IORIO:- Allora.. Ti mando un mio cugino che (inc. per sovrapposizione delle voci) lì
FRONTINI:- Manda.. manda chi vuoi.. Eh..io sono lì alla.. alla stanza 54..
IORIO:- Aspetta.. aspetta..
FRONTINI:- del...
IORIO:- che lo devo segnare.. aspetta.. aspetta.. perchè sennò..
FRONTINI:- Proprio.. primo piano
IORIO:- Aspetta un attimo perchè sennò..(si rivolge agli astanti chiedendo un post-it)
FRONTINI:- Tuo cugino è pratico di Tribunale?
IORIO:- Lavora lì
FRONTINI:- Ah.. Allora.. La..la mandi lì alle Esecuzioni
IORIO:- Alle Esecuzioni..
FRONTINI:- Canc...eh..dove si depositano le relazioni che è la stanza 54.. mi pare..
IORIO:- Ok..
FRONTINI:- Primo piano.. eh?!
IORIO:- Ok... Chiedo.. Faccio chiedere di te..
FRONTINI:- Eh.. Mi vedi lì... Eh...
IORIO:- Lui è un pò piccolino.. un pò pelatino.. lo vedi..
FRONTINI:- Piccolino.. pelatino.. Va ben..
IORIO:- Ok? Si chiama Alessandro COLAFABIO..
FRONTINI:- Tu spiega come sono in modo che..., che cosa..eh...10.30.. perchè prima devo essere in un'altra parte..
IORIO:- Va bene'..
FRONTINI:- Eh?!..
IORIO:- Va benissimo.. Ti ringrazio per il momento..
FRONTINI:- Eh..Ti do...ti metto.. te la metto in una busta.. Te la chiudo.. Guarda che non è firmata.. perchè non posso dartela firmata..
IORIO:- E' chiaro.. chiaro..
FRONTINI:- Ok..
IORIO:- Per il momento ti ringrazio di tutto..
FRONTINI:- Prego..
Si salutano
Appena conclusa la conversazione, IORIO contatta COLAFABIO Alessandro il quale gli dice che il giorno dopo non sarà in ufficio.
E' molto probabile che nel corso dell'ultimo dialogo telefonico FRONTINI abbia annotato "10.30 TRIB IORIO" sulla propria agenda al giorno 24.04.2008.

24.04.2008

Dai tabulati del traffico telefonico dell'utenza cellulare di FRONTINI emergono solo due conversazioni avvenute in data 24.04.2008 (ALL. N. 15/M):
- alle ore 10:05:34, sul tabulato dell'operatore di telefonia VODAFONE non e stato indicato il numero che chiama FRONTINI (51 secondi) ma, da quanto emerge delle intercettazioni si tratta della telefonata che il Perito, agganciando la cella di Milano via Lamarmora, riceve dal cellulare di IORIO Alfredo .
Nella conversazione IORIO avvisa FRONTINI che suo cugino non e in Tribunale, quindi si accordano affinché il giorno 6 (6 maggio 2008) un collaboratore di IORIO passi dall'ufficio di FRONTINI per ritirare copia della relazione.

IORIO conclude precisando ancora "ti ringrazio di tutto per il momento" (ALL. N. 14/Q).
TRASCRIZIONE INTEGRALE
FRONTINI:- Pronto?
IORIO:- Geometra?
FRONTINI:- Chi.. chi parla?
IORIO:- Sono.. sono Alfredo IORIO..
FRONTINI:- Ah.. Si..
IORIO:- Ciao.. Scusa se ti disturbo.. Ti volevo dire.. io.. mio cugino purtroppo non è lì oggi.. perchè è a Rho..e...non.. non riesco a mandarti nessuno.. in questo momento.. perchè sono.. qualcuno in ferie .. qualcuno..non c'è... Come posso fare.. Posso venire a ritirare da te?..
FRONTINI:- Oggi no.. perchè oggi pomeriggio poi non c'è nessuno sino al giorno 6..
IORIO:- Fino al giorno 6..
FRONTINI:- Il giorno 6...poi puoi venire in ufficio.. lascio giù una busta..
IORIO:- Eh... Ok... Preferisco far così.. perchè non riesco a mandare nessuno e io non riesco a venire..
FRONTINI:- Va ben..
IORIO:- Eh..
FRONTINI:- Ok..
IORIO:- Ti ringrazio di tutto per il momento..
FRONTINI:- Prego..
Si salutano
- alle ore 10:50:36, FRONTINI dal proprio cellulare chiama il proprio ufficio/abitazione 026686954 (155 secondi).
Dal quel momento in poi il tabulato del telefono cellulare di FRONTINI non registra più traffico.

26.04.2008
Sull'agenda di FRONTINI si rileva l'annotazione "DEP. REL ESEC BANCO DESIO/PALANZONA (27/08)".

08.05.2008
Dai tabulati telefonici si rileva che alle ore 10:10:41 l'utenza fissa (0245864426) di IORIO chiama l'utenza 026686954 di FRONTINI (97 secondi) (ALL. N. 15/N).
Più tardi, alle ore 11.46, FRONTINI chiama IORIO sul cellulare.
FRONTINI afferma di di aver ricevuto diverse chiamate dall'ufficio di IORIO nella giornata precedente; IORIO precisa che é stato GENNARO Massimiliano a cercarlo perché lui lo ha incaricato di ritirare la copia della relazione presso lo studio del Perito.
FRONTINI conferma che la copia della relazione peritale é in una busta nel suo ufficio pronta per essere ritirata.
Concludendo la conversazione IORIO ribadisce "ti ringrazio.. Grazie mille.. per il momento.." (ALL. N. 14/R).
TRASCRIZIONE INTEGRALE
FRONTINI:- Iorio?
IORIO:- Si.. Salve geometra..
FRONTINI:- Si..
IORIO:- Come sta?..
FRONTINI:- Bene.. Te?..
IORIO:- Bene.. Grazie mille..
FRONTINI:- Senti.. ieri ho ricevuto tre.. quattro telefonate dal tuo ufficio.. poi chiamavo e non sapevano chi aveva chiamato.. Boh..
IORIO:- (inc.) chiamato l'architetto... GENNARO... perchè gli avevo detto.. mi chiama... il geometra e vai a prendere la perizia.. per favore..
FRONTINI:- Ah.. Ho capito.. E' qua in ufficio..
IORIO:- Quindi.. Lo mando.. mando direttamente li?..
FRONTINI:- Si.. si.. Quando vuole viene in ufficio.. vada in ufficio.. c'è qui la...la signorina e la busta è già pronta..
IORIO:- L'orario d'ufficio? Cioè nove ?
FRONTINI:- Fai 9 - 12.15 e dalle...15 alle 18.30
Iorio prende appunti
FRONTINI:-' (...)...non domani pomeriggio però
IORIO:- Non domani pomeriggio...
FRONTINI:- Non domani pomeriggio..
IORIO:- Va bene.. Ok.. Ti ringrazio.. Grazie mille.. per il momento..
FRONTINI:- Prego.. Ok.. Ciao..
IORIO:- Grazie..
FRONTINI:- Ciao..

30.05.2008
La figlia di FRONTINI, Sabrina, riceve dall'Ufficiale Giudiziario la notifica della comunicazione dell'ordinanza del Giudice dell'Esecuzione per il la liquidazione del compenso per l'esecuzione della perizia.
Nei documenti sequestrati è stata rinvenuta copia dell'atto dal quale si rileva che al Geom. FRONTINI verranno liquidati 783.27 Euro.
Dai tabulati telefonici si rileva che alle ore 15:32:56 l'utenza 026685872 di FRONTINI chiama l'utenza fissa (0245864426) di IORIO (37 secondi) (ALL. N. 15/Q).
Alle ore 15.39, FRONTINI chiama IORIO sul cellulare e lo informa di aver ricevuto dal Tribunale la liquidazione del compenso per la perizia che commenta "io ho avuto la liquidazione fatta il 6 maggio..eh.. di una stupidata... va be fa nient..eh....va bè è ..è chiaro che è una stupidata...", quindi lo avverte di seguire la pratica dell'asta.
IORIO, in riferimento all'esiguo compenso che il Perito ha percepito dal Tribunale, lo tranquillizza "ci penso io comunque.." e, prima di concludere la conversazione, aggiunge ancora "va bene.. va bene.. Per..ci sentiamo dopo? Perchè sono un attimino.. proprio in banca.." (ALL. N. 14/S):
TRASCRIZIONE INTEGRALE
FRONTINI:- Iorio?
IORIO:- Si!! Salve Geometra! Come va?..
FRONTINI:- Bene... Te?..
IORIO:- Bene.. Grazie mille..
FRONTINI:- Senti un po'..
IORIO:- Si..
FRONTINI:- Guarda che il 6 maggio..
IORIO:- Si?..
FRONTINI:- A...
IORIO:- 6 maggio?
FRONTINI:- Il 6 maggio (inc.)..
IORIO:- (inc.- forse dice: passato - ndr)
FRONTINI:- Passato.. certo..
IORIO:- Si..
FRONTINI:- Il Giudice per la faccenda là di quel terreno là..deve avere disposto la vendita.. eh?!..
IORIO:- E non si sa in quale data?..
FRONTINI:- Eh.. Dovete andare a guardare.. ragazzi.. eh?!..
IORIO:- Ok..
FRONTINI:- Perchè siccome io ho avuto la liquidazione fatta il 6 maggio..eh.. di una stupidata... va be fa nient..eh....va bè è ..è chiaro che è una stupidata....
IORIO:- Ci penso io comunque..
FRONTINI:- Va bè.. cert.. Però andate a guardare l'RG.. perchè eh.. avrà disposto anche la vendita dando i tempi.. così via.. eccetera eh?!..
IORIO:- Guarda.. vedo se riesco a beccare..
FRONTINI:- Senta.. L'RGE è il numero..
IORIO:- Si?..
FRONTINI:- 539..
IORIO:- Si?..
FRONTINI:- barra 07..
IORIO:- 07..Perfetto!..
FRONTINI:- Per cui..in quella data lì..avendo (inc.) e non essendoci stati...penso posizioni.. avrà disposto la vendita.. Per cui avrà le date della vendita eccetera.. eccetera.. eh?!..
IORIO:- Va bene.. va bene.. Per..ci sentiamo dopo? Perchè sono un attimino.. proprio in banca..
FRONTINI:- D'accordo..
IORIO:- Grazie..
Si salutano
Il successivo 03.06.2008 (Id. 1326245 - Allegato nr. 442) IORIO Alfredo chiedeva a COLAFABIO Alessandro ovviamente di informarsi sulla data di fissazione dell'udienza (per la delibera della data d'asta): Colafabio Alessandro per Iorio Alfredo .....Iorio Alfredo, da subito, gli dice:'ascoltami, ti puoi segnare questo numero..numero 539....'
Colafabio: 'Che numero sarebbe?'
Iorio: '...RGE....'
Colafabio: '...539..RG...'
Iorio: '.../07, Pallanzona e non mi ricordo, Pallanzona so che è..:'
Colafabio :'...,ma è un appartamento?'
Iorio gli spiega che è un terreno e che vorrebbe sapere quando è stata fissata la data. Colafabio gli risponde che domani gli farà sapere in quanto adesso è a Termoli. Colafabio aggiunge che se riesce a collegarsi glielo farà sapere subito......omissis.."
Il seguente 04.06.2008 (Id. 1331998), alle ore 11.13, COLAFABIO chiamava IORIO comunicandogli che a fascicolo (che aveva davanti, in mano) non risultava il deposito della perizia, con evidente sorpresa del suo interlocutore che, incredulo, lo invitava a verificare meglio:

"....omissis.....IORIO: ha già consegnato la perizia ...
COLAFABIO: oh.. a me .. io sono andato a vedere adesso il fascicolo ... 10 giugno .. ho praticamente il 10 giugno che praticamente poi si terrà la perizia ... cioè praticamente per...

IORIO: no ..
COLAFABIO: eh? ...
IORIO: è già stata consegnata ...
COLAFABIO: ah io mò sono andato a vedere il fascicolo Alfredo... cioè ce l'ho.. ce l'avevo davanti a me in mano ..
IORIO: 539 barra 07...
COLAFABIO: del 07 .. PALLANZONA Anna Maria ... a Buccinasco c'ha anche un'abitazione non solo terreno?
.....omissis..
COLAFABIO: non vorrei che ci fosse un altro fascicolo a nome di questo nome .. di PALLANZONA ..
IORIO: prova a verificare ..
COLAFABIO: ehm... vedo un pochettino ..omissis.."
Passava poco e si documentava il nuovo importante contatto tra i due sopra citati individui. Alle ore 11.25 (Id. 1332048 - Allegato nr. 443) COLAFABIO confortava l'acquisito parente informandolo della presenza della perizia, la data dell'udienza, non fornendo la base d'asta perché dato già in possesso del suo interlocutore in quanto già in possesso della perizia di Frontini:
"....allora la perizia è stata depositata il 24 aprile ... non l'avevano registrata ... il 10 giugno è fissata la prima udienza ... per fissare la data ... il prezzo d'asta .. la base d'asta ... cioè praticamente ti dico ... la perizia vuoi sapere che cosa dice? - IORIO risponde: 'no no .. ce l'ho..' - ah okay che volevi ...cade linea"
Il pomeriggio dello stesso 04.06.2008 (prog. 8465 ambientale Kreiamo/ufficio Alfredo - Allegato nr. 445), nel contesto di altra riunione avente ad oggetto molteplici tematiche, IORIO Alfredo e i suoi piu stretti collaboratori affrontano la vicenda della futura asta/perizia depositata consentendo ancora una volta di. documentarne gli importanti contenuti:
".....omissis...(tempo 00.23.22) Iorio Alfredo, in maniera avulsa dal contesto del discorso, comunica a Madaffari Andrea che per il terreno di Buccinasco sarà fissata la data dell'asta il 10 p.v., Cavenaghi precisa che fatta la perizia bisogna aspettare la prima udienza per la fissazione dell'asta.
Sul punto (00.23.30) Madaffari:"..quello è un terreno a 17/19 mila euro!"
Cavenaghi:"...17.000 euro.."

Calia (rivolto a Iorio Alfredo):"...quella è una bella cosa, perché ridi?"
Iorio Alfredo:"NO, RIDO PERCHÈ 17.000 EURO, LO SAPEVAMO GIÀ PRIMA DI QUANDO ERA STATA DEPOSITATA..."
Sovrapposizione, Calia ripete che è una bella cosa, Colafabio Alessandro (in precedenza mai ascoltato) chiede se non era possibile interloquire direttamente con i creditori, magari su quello che vanta meno crediti.
Madaffari gli ribatte che costerebbe comunque più di 17.000 euro.
(tempo 00.24.23) Madaffari Andrea: "Secondo me all'atto non va nessuno!"
Calia: "Ma è giusto....ah!!"
Colafabio: "Cioè, ma chi può essere interessato? Solo uno che ha un pezzo di terra a fianco, qualche costruzione a fianco..."
Madaffari Andrea:"NO, QUELLO A FIANCO NON VA!"
Ancora Colafabio continua ad ipotizzare di intervenire sui creditori. Iorio Alfredo gli ribatte che è inutile in quanto rimane solo di andare all'asta.
Iorio specifica che è stato chiamato dal perito (non specifica meglio perché interrotto)
Colafabio (tempo 00.25.07): "...l'ho presa oggi, c'è tutto un fascicolo, in tutto il fascicolo ci sono una marea di soldi che avanzano..."

Calia: "Noi, se li va all'asta, veramente facciamo 13"
Colafabio: "Si va all'asta, oramai è fatta, mancano 5 o 6 mesi!" (varie sovrapposizioni)
(tempo 00.25.47) Iorio (rivolto a Colafabio): "Scusami, perché secondo te, andando il 10, fissarla prima non è possibile?"
Colafabio: "....(parole incomp. forse -Paolo ed un cognome incomp.)...il Giudice,....(parola incomp.)..che conosco, alcuno che conosco...."
Iorio: "Ma se prima lui ce la fissa?"
Colafabio: "Ho capito......(pausa)...., ci provo lunedì, non so chi è il Giudice! Se è qualcuno che conosco...."
Iorio: "..non devo dirtelo.."
Colafabio: "..si, ho capito! Se è qualcuno che conosco vedo di fargliela fissare, poi da metà luglio a metà settembre c'è la sospensione feriale. Sono due mesi che saltano. O te la fissano prima del 15 luglio....."
Colafabio continua spiegando che c'è tutta una prassi da seguire, c'è la notifica da fare ed i termini di pubblicità da rispettare. Iorio gli conferma che a lui basta avere il verbale di aggiudicazione.

Sovrapposizioni di tutti, (tempo 00.27.31) Iorio Alfredo afferma: "...certo, ED IO HO FATTO FARE LA PERIZIA SECONDO QUELLO CHE VOLEVO, CHE ERA IL MINIMO INDISPENSABILE...".
Colafabio spiega che la somma che si ricaverà dall'asta sarà ripartita dal Tribunale, in proporzione, tra i creditori... ...omissis...."

23.06.2008
Nel corso della mattina FRONTINI cerca IORIO; l'imprenditore è impegnato ed al suo telefono cellulare risponde CRIMI Alessandra; nonostante CRIMI glielo chieda, il Perito non vuole anticipare le ragioni della sua chiamata (ALL. N. 14/T):
CRIMI:- può dirmi per qualcosa .. per cosa?
FRONTINI:- ...ehm.. no.. no no ..
CRIMI:- sono cose ... vostre ...
FRONTINI:- eh.. si (ride) ...
CRIMI:- no va be' comunque cominciavo ad anticipargli il .. motivo .. solo per quello..
FRONTINI:- probabilmente se gli dice FRONTINI sa già di cose si tratta ... però lo richiamo nel pomeriggio ...
CRIMI:- va bene
Si salutano
Nel tardo pomeriggio, alle ore 18.01, IORIO Alfredo chiama FRONTINI Achille sul cellulare.
FRONTINI afferma di aver telefonato a IORIO per sapere "come è andata quella roba lì? Finita? Fatta? Aggiudicata?"; l'imprenditore risponde che l'asta è stata rinviata al 28 ottobre poiché la precedente non é stata celebrata in assenza della notifica al debitore (ALL. N. 14/U):
TRASCRIZIONE INTEGRALE
FRONTINI:- pronto?
IORIO:- pronto?
FRONTINI:- pronto?
IORIO:- salve geometra .. come sta?
FRONTINI:- oh.. IORIO ..bene .. te?
IORIO:- bene bene grazie .. eh allora ? ..INCOMPRENSIBILE...
FRONTINI:- qui va .. tutto bene ... tutti litigano .. va tutto bene ..
IORIO:- finché litigano.. lei dice .. c'ho lavoro ...
FRONTINI:- finché litigano ...qui ..non finisce mai ..
IORIO:- (ride) giusto .. giusto .. allora lì
FRONTINI:- come è andata quella roba lì? .. finita? fatta? aggiudicata?
IORIO:- no no . .c'è l'asta il venti.. è stata spostata al 28 ...
FRONTINI:- di?
IORIO:- di ottobre ...
FRONTINI:- eh..così tardi ...
IORIO:- perché non è stata notificata al debitore ...
FRONTINI:- ah.. ecco ...
IORIO:- c'è stato questo inghippo .. e quindi niente ...capito? ..
FRONTINI:- va be'.. non avete problemi però .. sapete già come fare per cui..
IORIO:- eh.. lo so .. però intanto dobbiamo aspettare quella cacchio di data porco Giuda ..
FRONTINI:- com'è il debitore .. ma la notifica .. a si perché adesso con la nuova procedura notificano anche al debitore ..
IORIO:- si .. si si ..e quindi niente...
FRONTINI:- ..INCOMPRENSIBILE .. tutto lì ..era per quello e basta ...per sapere se avevate già fatto il tutto.. eccetera eccetera ..
IORIO:- be no .. magari porca miseria ..
FRONTINI:- invece .. non avete ancora fatto nulla ..
IORIO:- purtroppo no ..
FRONTINI:- va ben..
IORIO:- ci sentiamo poi presto allora ...okay.. un salutone e in gamba ..
FRONTINI:- d'accordo ..
IORIO:- grazie ...
FRONTINI:- altrettanto .. di nuovo arrivederci ...

06.10.2008
Nel pomeriggio IORIO chiama FRONTINI e, rispondendo ad espressa domanda del Perito che afferma di aver controllato se è stata fissata l'asta per il terreno di Buccinasco, lo informa che la procedura dovrebbe essere fissata a gennaio o a febbraio (2009).
FRONTINI si offre per comunicare tempestivamente a IORIO "se ci fosse qualcuno che vuole far lo stupidino e partecipare"
(ALL. N. 14/V):
TRASCRIZIONE INTEGRALE
FRONTINI:- Iorio.. ciao Frontini..
IORIO:- Ciao!! Come stai ?
FRONTINI:- Bene.. Te?
IORIO:- Bene.. Grazie.. Allora?
FRONTINI:- Senti un po'?!
IORIO:- Dimmi tutto
FRONTINI:- Quel terreno là di Buccinasco..ma quando va all'asta?
IORIO:- Guarda.. Dovrebbero fissare l'asta in questa.. in questo mese..
FRONTINI:- Ah... Perchè a ottobre non va.. Non c'è
IORIO:- No.. no.. no.. Non va all'asta (accavallamento delle voci)
FRONTINI:- Nè ottobre.. nè novembre..
IORIO:- Dovrebbero fissare l'asta per gennaio.. febbraio..
FRONTINI:- Ahh...
IORIO:- No.. no.. Hanno fatto...il Giudice ha fatto...un...errore..del...di notifica
FRONTINI:- Eh..
IORIO:- creditori.. Quindi...l'ha rinviata di 6 (sei) mesi
FRONTINI:- Vi è saltato tutto..
IORIO:- Questo mese dovrebbe.. dovrebbe rifissare..
FRONTINI:- Rifissare l'asta..
IORIO:- Esatto..
FRONTINI:- Infatti avevo guardato adesso ottobre... novembre... Ho detto.. ma come mai?..
IORIO:- No.. no.. no.. Niente da fare..
FRONTINI:- Hanno rifissato l'asta.. Niente..
IORIO:- Purtoppo no..
FRONTINI:- Niente ti tengo al corrente.. se ci fosse qualcuno che vuol far lo stupidino e partecipare...
IORIO:- Va bene.. Ti ringrazio..
FRONTINI:- Ok?..
IORIO:- Ti ringrazio..
Si salutano

05.12.2008

Dai tabulati telefonici si rileva che alle ore 12:10:16 l'utenza 3478130597 di FRONTINI chiama l'utenza fissa IORIO (97 secondi) (ALL. N. 15/R).

27.01.2009
Nel primo pomeriggio FRONTINI cerca IORIO Alfredo sul cellulare; risponde CRIMI Alessandra la quale gli dice che IORIO è impegnato in riunione e gli chiede il motivo della chiamata.
Il Perito, come accaduto tra l'altro già in precedenza, afferma solo che "devo comunicargli due cose ...devo dirgli due cose..." (ALL. N. 14/W).
Più tardi, IORIO Alfredo chiama FRONTINI Achille e, dopo che FRONTINI invita IORIO a non parlargli in terza persona ("una volta ci davamo del tu"), lo ringrazia per il "pacco che mi è arrivato" e lo informa che l'asta è stata fissata al 31 marzo.
IORIO è già al corrente della fissazione dell'asta, quindi ringrazia comunque per l'interessamento il Perito che afferma "comincia ad aggiudicartela.. poi dopo ci vediamo ..." (ALL. N. 14/X):
TRASCRIZIONE INTEGRALE (tempo 00.44)
FRONTINI:- Due cose! Allora... prima ti ringrazio del pacco che mi è arrrivato....
IORIO:- ..figurati.. ci mancherebbe..
FRONTINI:- ..il..
IORIO:- ...il 31 c'è l'asta..
FRONTINI:- ...ecco.. al 31 marzo...
IORIO:- ...si..si..
FRONTINI:- ...avvisavo perché guarda che c'è l'asta eh!.
IORIO:- ...lo so.. lo so...
FRONTINI:- ...ah.. bon.. niente.. allora sei già al corrente.. ti ho telefonato solo per ringraziarti del coso.. basta...
IORIO:- ...figurati.. figurati.. poi ci vediamo e....
FRONTINI:- ...eh.. comincia ad aggiudicartela.. poi dopo ci vediamo ...
IORIO:- ...va bene.. volentieri...
FRONTINI:- ...ok...
IORIO:- ...ti ringrazio.. buon lavoro e ci sentiamo presto..
FRONTINI:- ....grazie a te...
Si salutano

31.03.2009
Sull'agenda di FRONTINI si rileva l'annotazione "RGE 539/07 VIA CURIEL 12 - BUCCINASCO ASTA ORE 12.15 ... MASSARI?".
Dai tabulati del traffico telefonico sull'utenza cellulare in uso a FRONTINI Achille si rilevano diverse conversazioni con FRONTINI Sabrina e con soggetti non noti all'indagine
(ALL. N. 15/S).
Nel corso delle conversazioni intercorse tra le ore 10.22 e le ore 13.03 l'utenza di FRONTINI Achille agganciava celle di Milano C.so di Porta Romana, Milano P.zza 5 Giornate, e Milano L.go Augusto, circostanza che attesta la presenza del Perito nella zona del Tribunale di Milano.
Come si evince dal fascicolo di esecuzione, all'asta del giorno 31 marzo si presenta, tra i potenziali acquirenti, il solo Iorio Alfredo. Il prezzo base di vendita è di euro 17.380 e Iorio si aggiudica il lotto per 18.000 euro.
La successione degli eventi, cosi come analiticamente e pedissequamente documentata, da conto di una esemplare vicenda di corruzione. Ricapitolando, la semi occulta impresa Barbaro-Iorio-Madaffari necessita di mettere le mani su una strisciolina di terreno proprieta ex Palanzona, malauguratamente esclusa dalla cessione alla Sa.Fran. della moglie di Salvatore Barbaro; la acquisizione, infatti, consentirebbe una edificazione con maggiori volumetrie. Il problema è serio e, soprattutto, "costoso" giacche "c'è in ballo la causa con le banche, che hanno l'ipoteca, ti ricordi che è venuto fuori un casino immane". Agli abili imprenditori viene, invero inaspettatamente, in soccorso il perito del tribunale - nominato dal giudice della esecuzione - incaricato della stima del terreno conteso.

Incredibilmente - e questo aspetto va più e più volte sottolineato - e lo stesso Frontini che, tradendo da subito il ruolo di pubblico ufficiale imparziale che avrebbe dovuto ricoprire (e palesando una naturalezza che lascia ben intendere come lo stesso non sia nuovo a simili comportamenti), contatta prima Barbaro Salvatore e poi Madaffari, per manifestare - con navigato atteggiamento insinuatore - la propria "disponibilità" a dare una mano per risolvere il problema.
Frontini mette prima di tutto le mani avanti sullo "stato dei luoghi". Il geometra segnala a Iorio che il loro cantiere ha improvvidamente inglobato anche il terreno non di proprietà e quindi consiglia subito di porre una recinzione rossa ben visibile, che segni la estraneità della striscia di terreno, oggetto di esecuzione, ai lavori in corso a fianco. E tanto per chiarire come vanno le cose, Frontini soggiunge che lui le fotografie dell'area le ha già fatte - fotografie, si noti, da allegare alla valutazione peritale -, ma è ben pronto a rifarle una volta che sia tirata su la separazione [in nota si precisa: Nella perizia, lo stato dei luoghi viene definito "libero" e Frontini ben si guarda dal segnalare la presenza del cantiere della Immobiliare Buccinasco. Il perito definisce l'area "praticamente inedificabile". A corredo fotografico, il perito non utilizza le immagini da lui scattate, ma quelle che gli aveva inviato per e-mail Gennaro, in data 11 aprile 2008].
Dopodichè, inizia la "trattativa" sulla stima. Nel primo incontro di approccio, Frontini spara una valutazione attorno ai 50.000,00 euro. Poi, nella conversazione con Iorio del 10 aprile 2008, i due si accordano sui numeri che verranno presentati. La perizia, dice Frontini, valuterà il terreno secondo destinazione agricola (il che è veramente surreale, se si pensa che lo stesso è a fianco di un cantiere in cui verranno costruiti degli immobili e verrà utilizzato per espandere il cantiere stesso) e al minimo possibile. In una parola, per usare le parole di Iorio, SECONDO QUELLO CHE VOLEVO, CHE ERA IL MINIMO INDISPENSABILE.

La prova conclamata dell'illecito scambio - se ciò non bastasse - sta in quel paio di conversazioni in cui Frontini fa cenno ai suoi compensi. In una prima telefonata Frontini, quasi con aria infastidita, comunica a Iorio di avere ricevuto la liquidazione dal tribunale, ma che si tratta proprio di una stupidata. Iorio tranquillizza il suo interlocutore, dicendo che ci penserà lui. Ed infatti, nei primi giorni dell'anno nuovo - una volta che la perizia è stata depositata - il gentile "pacchettino" giunge ad un grato Frontini, che si affretta a ringraziare Iorio.
Il resto delle telefonate altro non segnano che la fedele successione degli eventi, fino alla aggiudicazione finale del terreno in favore di Iorio.
Peraltro, non si deve mancare di rimarcare il totale asservimento del Frontini alle necessità dei suoi interlocutori. La falsa valutazione e i falsi rilievi fotografici altro non sono che il culmine di un comportamento tutto improntato al tradimento della funzione pubblica. Basti citare la disponibilità di Frontini a consegnare, in anteprima, una copia non firmata delle perizia40 e le costanti informazioni sullo stato del procedimento, ivi inclusa la eventuale non gradita partecipazione di altri concorrenti per l'asta (se ci fosse qualcuno che vuol far lo stupidino e partecipare...). E dire che il perito, al termine del suo elaborato, si "lusinga di avere fedelmente ed esaurientemente risposto al quesito". La unica cosa di cui Frontini avrebbe dovuto lusingarsi era della propria capacità di alterazione del vero.

E allora, per chiudere definitivamente, va detto che la prosecuzione delle indagini ha pure permesso di quantificare con esattezza il prezzo della corruzione.
Il punto di partenza è rappresentato da una conversazione intercorsa tra Madaffari e Barbaro Salvatore, in data 11 aprile 2008:

...
Nel contesto di tale discussione, MADAFFARI informava BARBARO Salvatore dei tempi necessari per lo svolgimento dell'asta per via Curiel, e dell'attivita svolta nei confronti del perito FRONTINI, evidenziando che per l'opera fornita da costui, vi era stata la necessita di promettere un corrispettivo:

Madaffari: anche perche'...voglio creare una...un paracadute, perche' via Curiel come si sta mettendo...tra il fatto che abbiamo perso un sacco di tempo...il fatto che oggi dobbiamo decidere di cosa fare quel pezzo di terreno perche' il geometra del Tribunale la perizia la fa come glielo abbiamo detto di fare noi...quindi con 50.000,00 euro quel pezzettino di terreno lo portiamo a casa, compreso quello che gli dobbiamo dare a lui!..Pero' la sentenza...l'asta c'e' tra sei mesi...questo e' un problema, perche' o ti fermi, e non vai avanti...
Ciò posto, la nota DIA più volte menzionata, evidenzia quanto segue: dalle conversazioni telefoniche ed ambientali intercettate emerge che in data 08.04.2008 IORIO Alfredo, dopo aver incontrato FRONTINI Achille, dialogando con MADAFFARI Andrea formulava le prime ipotesi di un impegno economico non inferiore a 45 mila euro per l'acquisito dei due mappali.
- ....appare significativa l'annotazione rilevata sul "quaderno per appunti (copertina rigida KREIAMO SpA) verosimilmente annotati nel corso delle riunioni (dal 27.08.2008 al 14.04.2009)" sequestrato in data 16.04.2009 presso l'abitazione di IORIO Alfredo di seguito trascritta (ALL. N. 18):
RIUNIONE 12/02/09
ALBERTO/ANDREA/MAX
MARCO/ALFREDO/MICHELE
...omissis.."

"3)
ASTE
Buccinasco/Assago
Perdita di Alfredo Euro 32000,00 circa
...omissis...
Si tratta di un'annotazione significativa tenuto conto che in data 12.02.2009 l'asta giudiziaria per il terreno di Buccinasco non era ancora avvenuta (avverrà il 31.03.2009) e l'importo e pressoché pari alla differenza tra i 50 mila euro inizialmente ipotizzati come spesa da sostenere ed il valore del bene stimato da FRONTINI nella perizia.
Mentre la nota DIA del 24 giugno 2009, n. 5364, segnala che su un quaderno in uso a Cavenaghi - sempre sotto la data del 12 febbraio 2009 (cioé la stessa dell'appunto precedente) - era riportato l'appunto con dicitura "IMM. BUCCINASCO Euro 30.000 terreno..... asta 31/3/2009".
Tenendo a mente quell'impegno di 50 mila euro di cui aveva parlato Madaffari e avendo presente che Iorio ha acquisito il terreno all'asta per 18.000 euro, è altamente verosimile che la somma di euro 30/32.000, indicata come perdita di Alfredo per la acquisizione all'asta del terreno, si riferisca interamente al compenso pattuito per il geometra Frontini. E allora, aveva ben ragione Frontini a lamentarsi della esiguita del compenso liquidatogli dal giudice della esecuzione, visto che poi otterrà oltre quaranta volte tanto dai suoi committenti occulti.
Due ulteriori cose vogliono essere dette con riferimento a tutta questa brutta storia.
La prima riguarda il coinvolgimento del cancelliere Colafabio. Al di là degli aspetti di responsabilità penale che potranno essere accertati, e assolutamente grave e rimarchevole il fatto che il predetto si presti ad informare e favorire il cugino Iorio - nella vicenda della vendita all'asta - in virtù della possibilità di accesso agli atti del tribunale, dipendente dalla funzione ricoperta, e dei suoi buoni rapporti con i giudici
La seconda cosa concerne il ruolo che i Barbaro sono chiamati a svolgere in tutta la procedura. La loro funzione è scolpita nelle parole di Madaffari: "...e qui voi potete esserci utili perchè a quel punto, o lo compriamo noi o quello che c'è dall'altra parte (ndt - altro confinate con il lotto) e quindi bisognerà dire a quello che c'è dall'altra parte di non comprarlo perché dobbiamo comprarlo noi! . Se - come dice Frontini - qualcuno vuole fare lo "stupidino" e partecipare all'asta, bisogna ricorrere ai "soliti" metodi - metodi che sono patrimonio esclusivo dei Barbaro - per indurlo a desistere. Su ciò evidentemente si fonda la sicurezza di Madaffari, quando dice perentoriamente a Colafabio, che manifestava dubbi sulla presenza di possibili concorrenti, NO, QUELLO A FIANCO NON VA!".
Al di là del preoccupante squarcio che si apre sulla "realta" delle esecuzioni immobiliari al tribunale di Milano - preda di periti prezzolati e infilitrazioni criminali in grado di bloccare partecipazioni non opportune - il dato rilevato pone in luce un aspetto di fondamentale importanza. L'imprenditore "bianco", il volto presentabile del capitale e l'imprenditore "nero", il volto impresentabile delle storiche famiglie ‘ndranghetiste, forniscono un apporto parimenti indispensabile alla iniziativa comune. Il primo agisce alla luce del sole e gestisce i rapporti professionali e pubblici che l'altro non potrebbe gestire senza destare allarme; il secondo dispone delle risorse economiche necessarie (o quantomeno complementari) e si mette a disposizione per intervenire in quegli snodi in cui è necessario superare delle difficoltà ricorrendo a metodi che non si possono che definire mafiosi. Questo organismo di impresa necessita ineluttabilmente di entrambe le sue componenti. E non si dica che non fosse noto a tutti - con ciò intendendosi veramente TUTTI - quali erano le credenziali dei Barbaro. Una delle prime cose che vengono rinvenute, tra i materiali del libero professionista e architetto Cavenaghi, e un ampio articolo del Corriere della Sera (datato giugno 2008 e quindi in piena operazione di "Via Curiel"), in cui è presente una dettagliata "mappa delle cosche". Non vi è bisogno di dire che la zona Corsico-Buccinasco-Trezzano sul Naviglio-Gaggiano-Cesano Boscone viene indicata come dominio della famiglia Barbaro-Papalia!"

Segue inoltre: "7.a. Considerazioni in diritto
I fatti sopra riferiti vengono rubricati sotto il delitto di falso in atto pubblico e corruzione.

La valutazione è corretta e vi è veramente poco da dire.
Va premesso che Frontini è senza dubbio pubblico ufficiale. In linea generale "è pubblico ufficiale ai sensi dell'art. 357 cod. pen. non solo colui il quale con la sua attività concorre a formare la volontà dello Stato o degli altri enti pubblici, ma anche chi è chiamato a svolgere compiti aventi carattere accessorio o sussidiario ai fini istituzionali degli enti pubblici, poiché pure in questo caso ha luogo, attraverso l'attività svolta, una partecipazione, sia pure in misura ridotta, alla formazione della volontà della pubblica Amministrazione. Ne consegue che, perché si rivesta la qualifica di pubblico ufficiale, non è indispensabile svolgere un'attività che abbia efficacia diretta nei confronti dei terzi - nel senso cioè che caratteristica della pubblica funzione debba essere quella della rilevanza esterna dell'attività medesima - giacché ogni atto preparatorio, propedeutico ed accessorio, che esaurisca nell'ambito del procedimento amministrativo i suoi effetti certificativi, valutativi o autoritativi (seppure destinato a produrre effetti interni alla pubblica Amministrazione), comporta, in ogni caso, l'attuazione dei fini dell'ente pubblico e non può essere isolato dal contesto delle funzioni pubbliche - Cass., 21088/2004. Ed ancora, "in materia di reati contro la pubblica amministrazione con specifico riguardo alla nuova nozione di pubblico ufficiale introdotta dalla legge 26 febbraio 1990 n. 86, l'espressione "giurisdizionale" contenuta in detta legge deve essere intesa in senso improprio, non solo quale esercizio della giurisdizione, ma anche con riferimento alle funzioni di altri organi giudiziari (quale il pubblico ministero e gli ausiliari del giudice, tra i quali deve essere annoverato il curatore del fallimento)" (Cass., 9900/1994). Frontini é ausiliario nominato dal giudice e contribuisce all'esercizio delle funzioni giurisdizionali in modo tutt'altro che escutivo. Egli riveste incarico analogo al consulente del Pm (Cass., 4062/1999) o al commissionario per la vendita di cose pignorate (Cass., 3082/2008), che sono pacificamente pubblici ufficiali.
La condotta di Frontini integra la ipotesi più classica di corruzione: danaro in cambio di uno specifico e individuato atto, contrario ai doveri di ufficio. Sul versante del corruttore, naturalmente rispondono del reato sia Iorio che Madaffari. Entrambi (ma non solo loro) sono a conoscenza di ogni particolare della negoziazione con Frontini e partecipano a tutta la procedura di acquisizione del terreno mancante.
Sussiste altresì - a carico dei medesimi concorrenti (Iorio e Madaffari in qualita di determinatori) - il reato di cui all'articolo 479 c.p. Esso costituisce il mezzo per la perpetrazione del delitto di corruzione e si estrinseca nella redazione di una perizia concordata che - come visto - è integralmente falsa non solo nella stima finale (frutto di esplicito accordo tra Iorio e Frontini), ma nella descrizione dei luoghi, nella condizione preesistente e nei rilievi fotografici di documentazione [in nota: Dalla annotazione DIA: Oltre a ciò, il Perito FRONTINI nella relazione depositata il 26.04.2008 presso l'Ufficio Esecuzione del Tribunale di Milano dava atto del sopralluogo effettuato in data 14.03.2008 e non di quello dell'08.04.2008 (con IORIO Alfredo) e specificava espressamente che "Risposta al punto 4° del quesito: Lo stato di possesso dei terreni risulta : libero." allegando fotografie riproducenti il sito di via Curiel n. 12 (mappali n. 272 e 273) in epoca diversa (ed evidentemente precedente) rispetto al periodo di svolgimento del suo incarico. Infatti, in allegato alla relazione il Perito allega tre delle quattro immagini che gli trasmetteva via e-mail, in data 11.04.2008 (dopo l'incontro presso il cantiere con IORIO), GENNARO Massimilano precisando "come d'accordo Le allego copia delle foto di quanto in oggetto al fine di evidenziare la separazione delle due proprietà"...]
Pare correttamente contestata anche la aggravante relativa alla fidefacenza dell'atto falso. "Ciò che caratterizza l'atto pubblico fidefaciente è, oltre all'attestazione di fatti appartenenti all'attività del pubblico ufficiale o caduti sotto la sua percezione, la circostanza che esso sia destinato ab initio alla prova, ossia precostituito a garanzia della pubblica fede e redatto da un pubblico ufficiale autorizzato, nell'esercizio di una speciale funzione certificatrice, diretta, cioè, per legge, alla prova di fatti che lo stesso funzionario redigente riferisce come visti, uditi o compiuti direttamente da lui" - Cass., 10414/1989. Frontini è pubblico ufficiale che, nell'elaborato peritale, attesta fatti da lui direttamente percepiti e compiuti ed in relazione ai quali - in virtù dell'incarico pubblico al quale è preposto - ha poteri di piena prova certificativa.
Tutti e tre i reati di cui si discute sono, altresì, contestati come commessi per agevolare l'attività del sodalizio criminoso Barbaro - Papalia (art. 7, d.l. 151/1991). Tale aggravante si "sostanzia nella semplice finalità di agevolazione dell'attività posta in essere dalla consorteria mafiosa, essendo in quest'ultimo caso necessario che venga accertata tale oggettiva finalizzazione dell'azione all'agevolazione detta" - Cass., 2080/2006. Nel caso di specie si è già visto come l'investimento, tramite prestanome, in iniziative imprenditoriali immobiliari, rappresenti una delle note caratteristiche del sodalizio criminale, il quale ravvede in questo tipo di condotte una delle fonti principali di reddito. La operazione di via Curiel rappresenta, per i Barbaro, una modalità estremamente redditizia di ricollocazione di capitali provenienti dalle attività imprenditoriali di base - ovvero il movimento terra -, di cui essi hanno il controllo in virtù della esistenza stessa della consorteria e dei suoi metodi. A sua volta, la produzione di capitali puliti rappresenta il punto di partenza per altre iniziative - vedi ad esempio il settore delle agenzie immobiliari - rivolte ad ampliare la capacita di controllo e penetrazione economica del gruppo familiare. Dunque, pare chiaro come fatti come quelli di cui si discute si palesino come di vitale importanza per il proliferare della associazione e il suo mantenimento in vita. Ne va dimenticato che, ad essi, partecipa un soggetto - e cioè Madaffari - che a buon diritto è imputato della partecipazione stessa nella associazione.
Quanto a Frontini e alla conoscibilità, in capo al medesimo, del contesto in cui si inseriva la falsa perizia, bisogna ripartire dalle origini del rapporto, rammentando che il tutto parte da una iniziativa dello stesso Frontini, che chiama a casa Barbaro. Barbaro Salvatore, di fronte alla telefonata del geometra, che evidentemente rappresenta anche a lui il problema del terreno all'asta, replica che lo avrebbe fatto chiamare "DAL MIO SOCIO COSI' VIA e gli ho detto .. E CHE SI INTERESSA DI QUESTA COSA ...". Cioè Frontini apprende per bocca di Barbaro che Madaffari (e quindi Iorio) sono suoi soci.
Come noto, a meta del 2008 i Barbaro sono oggetto di una operazione, di larga eco sui giornali, che li conduce in carcere, con l'accusa di associazione mafiosa. Nonostante ciò, per lunghi mesi Frontini continua a seguire la cosa, percependo ragionevolmente il compenso corruttivo solo ai primi del 2009 e offrendo il suo aiuto - anche per segnalare eventuali stupidini che avessero voluto partecipare all'asta [in nota sugli "stupidini" si legge: Riferimento veramente inquietante in bocca a un geometra, che deve evidentemente conoscere anche come si fa a spegnere le tentazioni di questi "stupidini". Invero, non ha alcun senso rivolgere un avvertimento di questo genere ad un "normale" imprenditore che concorre a un'asta, visto che un "normale imprenditore" non dispone di mezzi per allontanare gli "stupidini". Mentre se si sa che l'imprenditore dispone di strumenti di convincimento efficaci, allora ecco che si comprende l'impegno di Frontini ad avvertire Iorio dell'eventuale presenza di "stupidini"] - fino alla aggiudicazione del bene. Francamente, e altamente inverosimile che Frontini non abbia ricollegato la vicenda alla famiglia Barbaro e alla loro storia"


Ed ancora: "b) la somma di € 32.000,00 o beni di valore equivalente a carico di Achille Frontini ovvero il saldo attivo del conto corrente n. 815216 acceso presso Unicredit Banca e intestato a Frontini Sabrina.
A carico di Frontini emergono gravi indizi - prossimi alla piena prova - del fatto di corruzione a lui addebitato. Giacché l'importo di 32.000 è quello che si ritiene pari al compenso ottenuto dal P.U. per la sua infedele opera (nel delitto di corruzione è assoggettabile a confisca obbligatoria ex art. 322 ter, primo comma cod. pen. quale prezzo del reato l'utilità materialmente corrisposta al corrotto o, alternativamente, quella promessa, se la dazione non ha luogo - Cass., n. 30966/2007), tale somma andrà confiscata obbligatoriamente, ai sensi dell'articolo 322ter c.p. . Quindi, di essa si dovrà disporre - anche per equivalente, trattandosi del prezzo del reato (Cass., n. 10679/2009) - il sequestro preventivo.
Ora, dalla analisi patrimoniale condotta su Frontini (cfr, annotazione GdF 7-9-09), e emerso che lo stesso - assai oculatamente - non ha riferibilità diretta di beni aggredibili. In particolare, egli è titolare di beni immobili tutti gravati da ipoteca e/o gravati da procedimenti esecutivi. Il suddetto e, inoltre, titolare di due c/c bancari (per comodità denominato conto A e B), con saldo pressoché pari a zero.
Peraltro, nel periodo gennaio/giugno 2009 (si ricorda che la pratica delle particelle di via Curiel si chiude a fine 2008 e Frontini, nel gennaio 2009 ringrazia Iorio per il "pacco" che gli è arrivato), Frontini dispone bonifici in favore del c/c n. 815216 - intestato alla di lui figlia Frontini Sabrina
- per un totale di euro 38.016,50 (n. 16 operazioni dal conto A), euro 6.849,50 (n. 4 operazioni dal conto B) ed euro 13.954,50 + 1.050,00 per cassa.
Ulteriormente, sono state accertate operazioni di addebito, contestuali agli accrediti e per pari importo.
In buona sostanza, la figlia di Frontini preleva immediatamente in contanti le somme bonificate dal padre. Ciò a dire che il conto della Frontini Sabrina viene utilizzato per interporre un soggetto "estraneo" alle erogazioni illecite e, al medesimo tempo, liquidare gli importi provenienti dallo stesso Frontini.
In tal modo, Frontini si rende non aggredibile, non avendo attività mobili o liquide a lui formalmente attribuibili.

Per tali ragioni, ed in particolare dovendosi individuare in tale modo di procedere esclusivamente un artifizio operativo, il sequestro preventivo deve essere eseguito sul c/c 815216 - Unicredit Banca (il quale, alla data del 30.6.2009, aveva un saldo contabile di euro 11.775,56) - fino a concorrenza della somma di euro 32.000;
c) immobile sito in Cesano Boscone via San Giuseppe da Cottolengo n. 7. Dati catastali: foglio 6, part. 204, sub. 701, cat. A/10 ; foglio 6, part. 204, sub. 2, cat. D/8 - .
L'immobile in questione è la sede operativa della Kreiamo s.p.a.
Ora, come si è visto nel corso delle indagini, la sede della Kreiamo viene sistematicamente utilizzata come luogo di incontro tra gli associati, onde pianificare condotte inerenti la vita stessa della associazione e i reati fine. Credendo, evidentemente, che il luogo fosse libero da possibili captazioni - a differenza dei telefoni, sui quali raramente passano conversazioni significative - esso è stato destinato a incontri riservati di rilevante importanza. In poche parole, quel luogo è stato individuato come sede elettiva per dialoghi che dovevano rimanere non conoscibili all'esterno
Il Pm ha indicato una serie di date emblematiche:

19.12.07: Iorio Alfredo e Barbaro Salvatore si incontrano parlare di via Curiel
11.1.08: la riunione vede come partecipanti Andrea Madaffari, Papalia Domenico di Antonio, Barbaro Salvatore, Barbaro Rosario e l'argomento di discussione attiene alla vicenda Sergi...
18.1.08: incontro tra Madaffari Andrea, Barbaro Salvatore, Perre Antonio e Iorio Alfredo e il tema è l'iniziativa immobiliare di via Curiel
3.3.08: Madaffari Andrea e Barbaro Salvatore si incontrano per parlare di via Curiel
13.3.08 e 18.3.08: incontro tra Andrea Madaffari e Barbaro Rosario e l'oggetto dell'incontro attiene all'affidamento dell'incarico di vendita degli appartamenti di via Curiel a Sansone
8.4.08: Andrea Madaffari, Barbaro Rosario, Papalia Domenico discutono di via Curiel e della tematica di Frontini
11.4.08: Madaffari Andrea e Barbaro Salvatore discutono di via Curiel
14.4.08: incontro tra Andrea Madaffari e Barbaro Salvatore e la conversazione attiene all'iniziativa immobiliare di via Vespucci
5.5.08: incontro tra Andrea Madaffari, Barbaro Salvatore e Barbaro Rosario
7.5.08: incontro tra Madaffari Andrea, Iorio Alfredo, Barbaro Salvatore, Papalia Domenico di Antonio e sei componenti della famiglia Sergi...
12.5.08: Incontro tra Andrea Madaffari e Barbaro Rosario durante il quale quest'ultimo "pretende" di lavorare in via Vespucci
Presso la Kreiamo ha luogo anche la famosa riunione del 16 settembre 2008, in cui gli indagati Madaffari e Iorio - con i loro collaboratori - discutono di contabilità occulta e pianificano la strategia da seguire con gli inquirenti, per distogliere i sospetti dal loro operato e creare una barriera artificiosa tra la stessa Kreiamo e i Barbaro.

Ora, tenuto conto dell'utilizzo specifico che si è fatto della sede sociale, paiono sussistere altrettanto specifiche ragioni di pericolosità intrinseca, nel senso che la libera disponibilità del luogo può aggravare le conseguenze del reato associativo, attraverso la pianificazione occulta di condotte artificiosamente difensive.
Oltre a questo, l'articolo 416bis c.p. obbliga sempre alla confisca - nei confronti del condannato - delle cose che servirono o furono destinate a commettere il reato. La sede della società Kreiamo è stata pacificamente utilizzata come base logistica per alcuni snodi fondamentali della vita associativa. Non solo in essa hanno avuto luogo le pianificazioni delle condotte di corruzione e di distribuzione degli appalti. Ma la Kreiamo viene utilizzata come luogo ottimale anche per quella vera e propria riunione tra famiglie mafiose, che ha luogo per la soluzione della vicenda Sergi. Quindi, la sede sociale in questione è servita per la commissione del reato ed è servita a ciò non per circostanze occasionali, ma come soluzione non agevolmente fungibile per gli associati.
L'indagato Madaffari ha una correlazione diretta con la sede Kreiamo, essendo socio. Mentre Iorio, che è il detentore della maggioranza delle quote Kreiamo, non può certo dirsi estraneo. Egli concorre in senso tecnico nel delitto di corruzione - che è reato fine - e, pur non essendo attualmente imputato ex articolo 416bis c.p., conosce perfettamente la struttura criminale associativa rappresentata dai Barbaro - Papalia e alla quale il suo socio Madaffari contribuiva (l'estraneità al reato esige che la persona cui le cose appartengono non abbia partecipato con attività di concorso o altrimenti connesse - Cass., n. 3118/1991). In ogni frangente, Iorio ha perfettamente chiaro il quadro complessivo e ne accetta le conseguenze (con i correlati vantaggi). Del delitto associativo si giova lo stesso ente Kreiamo s.p.a.
Quindi, il sequestro preventivo può essere disposto anche ai sensi dell'articolo 416bis, comma 7°, c.p."

L'Ordinanza di custodia cautelare e contestuale Decreto di sequestro preventivo dei beni prosegue:
"Gli indagati inoltre hanno:
- adottato artifici contabili, falsificando i libri sociali, al fine di non far emergere la partecipazione dei Barbaro nella Immobiliare Buccinasco srl;
- falsificato la relazione di stima redatta materialmente da Frontini, allegando fotografie false e ciò al fine di ingannare gli organi della procedura esecutiva immobiliare.
Si tratta di una massiccia attività di occultamento di elementi rilevanti per le indagini, di falsificazione di dati al fine di mascherare gli illeciti commessi e che concretizza un gravissimo pericolo di inquinamento.

La vastità degli accertamenti da condurre determina la attualità, specificità e concretezza delle esigenze di indagine. Queste - peraltro - non possono riferirsi a tutti gli indagati, ma solo a coloro che, o per vocazione o per situazione contingente, sono in grado di incidere sulla vicenda. Ciò può essere detto - innanzi tutto - per tutti i Barbaro (Francesco, Salvatore, Domenico e Rosario), per Papalia Domenico e per Perre. Questi sono i soggetti maggiormente intranei alla struttura familistica della associazione e che appaiono in grado di esprimere una diretta capacita di intimidazione (anche se sottoposti a detenzione). Le risposte omertose di alcuni imprenditori sentiti - su aspetti come regalie e atti intimidatori - sono chiara dimostrazione della capacita dei soggetti sopra indicati ad indurre il silenzio.Per diverse ragioni, analoga valutazione di pericolosità per la prova può essere svolta per Iorio e Madaffari. In tal senso, emblematica e quella lunga conversazione negli uffici della Kreiamo, avvenuta dopo l'arresto dei Barbaro, in cui i due - insieme a professionisti e collaboratori - si dilungano su come mentire agli investigatori, occultare le partecipazioni dei Barbaro, nascondere la reale contabilità del gruppo.
Infine, sussistono esigenze di cautela della prova rispetto a Frontini. Lo stesso giunge alla famiglia Barbaro con modalità ancora da chiarire. L'atteggiamento tenuto in tutta la vicenda palesa un'abitudinarietà in comportamenti come quello oggetto di processo, che necessita di approfondimento. Egli sembra inserito in un "sistema" che deve essere ancora compreso interamente.
Per contro, non sussistono ragioni di cautela probatoria con riferimento a Mazzone, Carbone, Liuni, D'Aloja, Pignataro, Triglione, Salvaggio e Startari. Gli stessi sono coinvolti in singoli episodi delittuosi già chiariti - e/o inseriti sullo sfondo di altra ampia indagine - ed in relazione ai quali il Pm non deduce alcuno specifico atto di indagine in corso. Peraltro Carbone, Liuni e D'Aloja sono attualmente detenuti e non sembrano promanare una capacita intimidatoria tale da essere attualmente in grado di "inquinare".

Ed ancora nella conclusione, sull'esigenza delle misure cautelari il GIP ha evidenziato, nello specifico di Achille FRONTINI quanto segue:
"Frontini: il geometra Frontini ha già collezionato un precedente per appropriazione indebita (e questo - senza che ciò voglia suonare come critica nei confronti di chicchessia - la dice lunga sulla pressoché assenza di controllo, che caratterizza il conferimento di incarichi anche delicati, come quello di perito nelle procedure esecutive). Nella vicenda che qui interessa, Frontini esibisce una scaltrezza e un cinismo che lasciano intuire una certa "pratica" in comportamenti illeciti. Basti osservare che è addirittura lui a prendere contatti con gli interessati, per risolvere il problema delle particelle di via Curiel. E' Frontini a telefonare a casa di Barbaro ! Pure le cautele che Frontini adotta nel gestire le proprie risorse, sono manifestazione di una professionalità non comune. Il giudizio complessivo su Frontini è decisamente negativo ed è proprio di un soggetto che appare palesemente disposto a tutto, pur di tirare fuori soldi extra dai suoi pubblici uffici. Peraltro, Frontini ha ricevuto numerosi incarichi dal tribunale ed è tutt'ora iscritto all'albo dei periti e consulenti".

Questi fatti, questi contatti, questo contesto non sono certamente stati cancellati dal provvedimento del Tribunale del Riesame menzionato dalla nota inviataci dal geometra Frontini.
Ora aspettiamo le sentenze, ribadendo che quanto affermato nel volantino distribuito a BUCCINASCO non era solo corretto in allora, ma resta la sintesi di una fotografia della realtà - ed anche quindi dell'operato del FRONTINI Achille - che trova fondamento nella valutazione del GIP della richiesta - accolta - della Procura di Milano, in quanto fatti accertati! Noi continueremo ad indicare i fatti, soprattutto partendo da quelli dei "colletti bianchi".


Domenico Barbaro
DOMENICO BARBARO
Rosario Barbaro
 ROSARIO BARBARO
Salvatore Barbaro
SALVATORE BARBARO
Francesco Barbaro
FRANCESCO BARBARO
Andrea Madaffari
ANDREA MADAFFARI
Alberto Iorio
ALBERTO IORIO
Achille Frontini
ACHILLE FRONTINI
Franco Michele Mazzone
FRANCO MICHELE MAZZONE
Giuseppe D'Aloja
GIUSEPPE D'ALOJA
Claudio Triglione
CLAUDIO TRIGLIONE
Fortunato Statari
FORTUNATO STATARI
Giuseppe Luini
GIUSEPPE LUINI
Nicola Carbone
NICOLA CARBONE
Paolo Selvaggio
PAOLO SELAGGIO

Stampa Email

presto attivo il

Frammenti sulla Liguria

Frammenti su altre Regioni

Dossier & Speciali

I siti per le segnalazioni

Osservatorio Antimafia
www.osservatorioantimafia.org

Osservatorio Ambiente e Salute
www.osservatorioambientesalute.org

Osservatorio sulla
Pubblica Amministrazione
www.osservatoriopa.org

 

e presto online

sito in fase di allestimento