La Casa della Legalità - Onlus è un'associazione nazionale di volontariato, indipendente ed opera senza finanziamenti pubblici o sponsor

seguici e interagisci suFACEBOOK TWITTER  YOUTUBE

CASA DELLA LEGALITA' E DELLA CULTURA - Onlus
Osservatorio sulla criminalità e le mafie | Osservatorio sui reati ambientali | Osservatorio su trasparenza e correttezza della P.A.

Nuova Operazione contro i Casalesi, il comunicato stampa della DDA di Napoli


Un altro colpo ai Casalesi. Testimonianza di un lavoro costante di contrasto alla camorra ed alla sue ramificazioni. Pubblichiamo il testo integrale del Comunicato Stampa della DDA di Napoli, ringraziando la DDA ed i reparti investigativi che hanno permesso ed eseguito anche questa importante Operazione...

IL COMUNICATO STAMPA INTEGRALE DELLA DDA DI NAPOLI


In data 7 giugno 2010  la polizia giudiziaria ha eseguito un provvedimento di fermo emesso dalla Direzione Distrettuale Aantimafia di Napoi nei confronti di nove persone indagate per reati di associazione di stampo camorristico, detenzione  e porto illegale di armi, tentato omicidio, estorsione...



L'operazione è stata condotta da più forze di polizia ed in particolare dai carabinieri del Ros di Napoli, del Roni di Caserta e del Gruppo di Aversa, e dalla polizia di Stato con personale della Squadra Mobile di Caserta e del Commissariato di Aversa.

I fermati appartengono al gruppo operante ed egemone  nella città di Aversa e dintorni e sono tutti affiliati al clan Schiavone.

Le indagini sono state condotte con intercettazioni telefoniche ed ambientali, nonchè  attraverso dichiarazioni di numerosi collaboratori di giustizia, fra i quali alcuni intranei al clan Schiavone di Casal di Principe e si inseriscono nel solco delle attività seguite al triplice omicidio Buonanno-Papa-Minutolo (con l'arresto fra gli altri di Vargas Roberto e Laiso Salvatore) ed all'omicidio di Laiso Crescenzo, nonché alla recente cattura dei latitanti Vargas Pasquale e Panaro Nicola.

Fra i reati contestati il tentato omicidio di due fra gli affiliati commesso due volte, il 14 settembre ed il  27 novembre 2009, allorquando MAIONE Antonio detto o' modenese ed ESPOSITO Giancarlo detto gnagnariello furono attinti da colpi di arma da fuoco per dissidi interni e perché avevano a loro volta schiaffeggiato un altro appartenete al clan, Picone Nicola, detto o' minorenne, poi arrestato per estorsione. Fra gli indagati Paciello Agostino è risultato positivo agli accertamenti stub ed è pertanto ritenuto il killer dell'episodio del 27 novembre 2009.

E' stata poi contestata una estorsione nei confronti di un internet point di Aversa, il cui titolare era costretto a versare circa 200 euro a settimana, a cui è risultata collegata l'attività intimidatoria svolta nei confronti di altri imprenditori, titolari del noto bar Castello.

Il gruppo mafioso oggetto di indagine operava nell'agro aversano attraverso la capillare imposizione delle estorsioni ad imprenditori e commercianti e non disdegnano di utilizzare costantemente l'intimidazione delle vittime attraverso attentati dinamitardi e gambizzazioni. Il gruppo era retto da FALCONE Pietro, DE BIASE Gaetano ed ORABONA Salvatore, i quali nell'anno 2008 entrarono in contrapposizione con SETOLA Giuseppe, tanto che l'Orabona fu vittima di un tentato omicidio. Un formidabile riscontro alle attività di intercettazione in corso ed alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia veniva acquisto in data 3 aprile 2009 con il sequestro a De Biase Gaetano di una contabilità completa del clan, con l'indicazione di numerosi imprenditori aversani sottoposti ad estorsione, e degli affiliati, liberi o detenuti, destinatari dello stipendio ( fra questi i noti Di Martino Vincenzo, Della Volpe Raffaele, Mastrillo Benito,  Mastrillo Antonio, Coscione Luigi, Falcone Pietro, Picone Luigi, Ciocia Pasquale, Cangiano Nicola, Borriello Montanino Umberto, D' Aniello Giacomo, Esposito Luciano, Carobene Vincenzo, VERDE Antonio).

Fra gli arrestati CACCIAPUOTI Bartolomeno e CIERVO Bernardo erano incaricati di coordinare le attività estorsive con i capi dell'organizzazione Schiavone e dunque "con Casal di Principe".

E' stato fra l'altro riportato quanto accertato in relazione ad un episodio del maggio 2005, allorquando vi fu un momento di forte fibrillazione fra la fazione degli Schiavone e quella dei Bidognetti a seguito di una rissa avvenuta durante una festa privata in Parete, territorio storicamente controllato da Raffele Bidognetti,  durante la quale fu malmenato Schiamone Ivanhoe, figlio di Schiavone Francesco detto Sandokan. 

Il cocordinatore della D.D.A.
Dott. Federico Cafiero de Raho 

 

ELENCO DELLE PERSONE ARRESTATE

  1. CACCIAPUOTI  Bartolomeo nato il 23 giugno 1973 a S.Maria C.V.
  2. CAPUTO Orlando, nato a Caserta il 11.12.1987
  3. CIERVO Bernardo nato il 28 giugno 1983 a Caserta  
  4. DE BIASE Gaetano detto "Burzone", nato il 16 dicembre 1967
  5. ESPOSITO Giancarlo detto "Gnagnariello", nato il 22 dicembre 1984 ad Aversa 
  6. FALCONE Pietro nato il 27 giugno 1980 ad Aversa
  7. MAIONE Antonio detto "u' modenese", nato il 3 aprile 1985 a Cento (FE) 
  8. ORABONA Salvatore , nato  a Trentola Dugenta il 3,2,72,  libero
  9. PACIELLO Agostino nato il 14 marzo 1987 a Caserta

Stampa Email

presto attivo il

Frammenti sulla Liguria

Frammenti su altre Regioni

Dossier & Speciali

I siti per le segnalazioni

Osservatorio Antimafia
www.osservatorioantimafia.org

Osservatorio Ambiente e Salute
www.osservatorioambientesalute.org

Osservatorio sulla
Pubblica Amministrazione
www.osservatoriopa.org

 

e presto online

sito in fase di allestimento