CARIOCA | Affari, rapporti e complicità 3 - I legami del Fameli - 3.9 Capello, il notaio Valentino, le Poste ed Isabel

Pubblicato in CARIOCA | Affari, rapporti e complicità.

Dall'informativa "PAFIMO" della Squadra Mobile di Savona 

[segue] LEGAMI TRA ANTONIO FAMELI AD OGNUNA DELLE PERSONE COINVOLTE [al 2011, ndr]

CAPITOLO 13 - 16

CAPELLO CARLA,  IL NOTAIO VALENTINO,

GENOVA ROBERTO ED ISABEL 

CAPITOLO 13

FAMELI ANTONIO – CAPELLO CARLA

 

PROG. 2023                           DATA 08/09/2011                 ORA 16.38.35      

SINTESI Antonio con Maria Antonietta e poi si fa passare Carla alla quale dice di dare a Tomasello 500 Euro che poi lui lunedi glie ne da altri 500. Poi Antonio chiede se è venuto Pasquisio (fonetico) e Maria Antonietta risponde di no. Poi Antonio le dice di prendere l'atto notarile del terreno e dell'appartamento di Boissano e di richiamrlo quando lo ha trovato.


PROG. 2025                           DATA 08/09/2011                 ORA 16.44.59      

SINTESI Maria Antonietta con Antonio che le dice di prendere appuntamento per martedi o mercoledi per l'atto dell'ex comune e dei tre alloggi mentre il terreno per fine mese così Pasquisio ha il tempo di preparare il frazionamento. Poi Antonio le dice di chiamare Rossello e Carla per la nuova società (Las Vegas).

TRASCRIZIONE INTEGRALE 

Antonio : FAMELI Antonio     Maria Antonietta : BARILE Maria Antonietta 

Antonio : allora ti dicevo
Maria Antonietta : uhm
Antonio : martedì o mercoledì prendi l'appuntamento per fare l'ex comune e i tre alloggi
Maria Antonietta : allora aspetta
Antonio : e dai che scrivi dai amore
Maria Antonietta : l'ex comune e i tre alloggi martedì e mercoledì
Antonio : si.. i terreni a fine mese
Maria Antonietta : ok
Antonio : perchè non abbiamo ancora la.. l'urbanisitca.. capisci?
Maria Antonietta : eh infatti..
Antonio : e allora.. Pasquisio  può farli con calma.. il frazionamento.. quando viene li prende e li fà..(inc.le) come sono (inc.le)adesso  riportate.. che mette 50 mila Euro l'uno ogni appartamento e che metti che sono in fase di costruzione
Maria Antonietta : in fase di costruzione
Antonio : come da licenza.. e lì ammanca la licenza eh..
Maria Antonietta : ok
Antonio : allora facciamo.. la società.. quando (inc.le) chiama a Rossello e la Carla.. facciamo la società.. l'ex Comune e i tre alloggi a Boissano
Maria Antonietta : allora... allora l'ex Comune i tre alloggi a Boissano in fase di costruzione 50 Mila Euro l'una e la società nuova.. chiamo Rossello e Carla
Antonio : si (inc.le).. cerca di farlo martedì o mercoledì eh
Maria Antonietta : ok
Antonio : ciao

 

PROG. 2047                           DATA 09/09/2011                 ORA 16.41.22       

SINTESI Antonio con Maria Antonietta, la quale ha parlato con Andrea e per l'ex Comune si paga il 4% di imponibile di trascrizione catastatale. però visto che é un passaggio loro l'iva non conviene pagarla. Antonio dice che all'iva ci pensano loro e chiede i nomi dei soci perché Andrea ne ha bisogno: Antonio risponde ROSSELLO Chiara e Carla con capitale sociale minimo e le quote 95 (Chiara) 3 (ROSSELLO) e 2 (Carla),  sede sociale lì a Loano. Antonio si lamenta che  sono 3000 euro da pagare e Maria Antonietta consiglia di dichiarare di meno visto che é tutto da rifare. Antonio suggerisce di dire ad Andrea che adesso é un pezzo storico.

 

PROG. 2052                           DATA 09/09/2011                 ORA 16.47.03        

SINTESI Maria Antronietta con Carla per i dati per l'atto: CAPELLO Carla. M.A. le dice che avrà il 2% della società.  Poi M.A. afferma di aver visto  che lei (riferendosi a Chiara) ha già intestato tutta Villa Maria ed i terreni di Boissano ed ora avrà gli alloggi di Boissano, l'ex Comune di Borghetto e "qua" (intendendo il Casinò). commentano che ha già in mano un sacco di cose e che da amministratore avrà tutti i poteri, compreso quello di vendere. Carla commenta che hanno tutte e due sbagliato mestiere.

 

PROG. 2053                           DATA 09/09/2011                 ORA 16.50.12    

SINTESI Maria Antonietta con Andrea, al quale dice che l'iva la guarderanno poi dopo. M.A. riferisce che Antonio vorrebbe dichiarare meno visto come é ridotto. Andrea risponde che per lui non c'é problema possono dichiarare quello che vogliono. M.A. gli farà sapere di quanto lo abbassano. Poi parlano della società "Las Vegas": amministratore con il 95% delle quote sarà la MAGINO Chiara, poi CAPELLO Carla con il 2% e ROSSELLO Giorgio con il 3%. Capitale sociale 10.000 euro, sede sociale via Aurelia 271/C Loano. M.A. alla fine dice di mettere la vendita dell'ex comune a 10.000 euro.


PROG. 2133                           DATA 12/09/2011                 ORA 17.07.30

SINTESI Antonietta con lo studio Valentino cerca il dottor Andrea. La segretaria dice che è impegnato con il notaio e Antonietta lascia detto che per la nuova società Las Vegas sas per l'atto di domani è cambiato la percentuale dei soci:  98% la signora Magino (convivente peruviana di Antonio Fameli);  il 2% la signora Capello Carla; di conseguenza, quindi rimane fuori Rossello Giorgio.

 
PROG. 82                                DATA 11/10/2011                 ORA 15.17.49  

SINTESI Maria Antonietta con Carla che le dice che Antonio sta dormendo. M.A. le dice di riferirgli che Pippo non vuole quantificare la somma che gli è dovuta e che deve decidere Antonio, considerato anche che Ugo (Piave) per una firma ha preso 20 mila Euro.

TRASCRIZIONE INTEGRALE 

CAPELLO Carla : Pronto?
BARILE Maria Antonietta : Eh Carla sono sempre io (sorride) devo rispondergli alla sua domanda ho bisogno di lui
CAPELLO Carla : Sta dormendo si è buttato sul letto perchè è distrutto
BARILE Maria Antonietta : Eh allora ascolta io però diglielo perchè se poi vado via non so se riesco a rispondere tu digli che io ho parlato con Pippo ...
CAPELLO Carla : Mhm
BARILE Maria Antonietta : ...eeee lui ha detto che lui non gli fa nessuna proposta e che è lui che deve sapere cosa gli deve dare di rendersi conto che a Ugo per una firma di merda gli ha dato 20 mila Euro quindi di fare la proporzione invece lui per quindici mesi che è stato qua che ha fatto l'amministratore qua che ha fatto tre prestanome di tre banche e posta di vedere lui e di non chiamarlo più per cazzate (ride) di chiamarlo solo per concludere e basta ...
CAPELLO Carla : Ah sì e dei soldi che ha preso prima non...
BARILE Maria Antonietta : No non ha preso niente ha preso il minimo di quello che avrebbe dovuto prendere ...
CAPELLO Carla : Ah ho capito eh
BARILE Maria Antonietta : (inc) preso il minimo
CAPELLO Carla : Quindi vuole rimanenza?!
BARILE Maria Antonietta : Lui vuole la rimanenza perchè dice che ha fatto ...troppe cose dice che quando veniva chiamato veniva chiamato esclusivamente per fare ...e gli atti notarili compromessi lui non li ha mai firmati e non funziona così perchè lui doveva firmare anche i i compromessi ...
CAPELLO Carla : Eh (inc)
BARILE Maria Antonietta : ...per legge
CAPELLO Carla : Come come si vede che è imboccato
BARILE Maria Antonietta : No mi dice che Fino non gli ha detto niente che lo sentirà poi stasera che gli racconterà
CAPELLO Carla : Ah ecco me lo immagino guarda
BARILE Maria Antonietta : (inc) si sente solo con Rita
CAPELLO Carla : Eh guarda (sorride) va bè lasciamo perdere e appena si sveglia glielo dico
BARILE Maria Antonietta : Eh va bene dai ok
Si salutano


PROG. 11898                         DATA 25/10/2011                 ORA 20.01.15  

Antonio: FAMELI Antonio

Carla : CAPELLO Carla

SINTESI Antonio con carla, lei dice che l'ha chiamato e gli ha detto che se ha pazienza di aspettare sabato che viene giù lui che così parlano e che gli ha detto che lui non ha visto nessuna lettera perchè è fuori Milano che così poi parlano del bonifico e sistemano la cosa.

Antonio  : pronto
Carla : ciao, Antonio...ciao, ascolta l' ho chiamato
Antonio  : si
Carla : l' ho chiamato...ee...mi ha detto così se hai pazienza di aspettare sabato che venga giù lui
Antonio  : si
Carla : che cosi parlate, lui non....non  ha visto  nessuna lettera non ha parlato di niente...perchè è fuori Milano
Antonio  : si
Carla : mi ha detto che quindi anche se gliela avessi mandata a lui non avrebbe potuto visionarla
Antonio  : aspettiamo sabato va....
Carla : comunque sabato quando viene giu mi ha detto cosi parliamo del bonifico e sistemiamo le cose
Antonio  : molto bene, brava...brava...brava...brava...bella
Carla : ma mi sembra una persona ragionevole
Antonio  : è bravissimo guarda una persona....anzi alla Chiara gli voleva cosi bene (-) gli portava i regali ci portava...ci portava le (-) tutto...è bravissimo
Carla : eh, meno male speriamo in bene dai Antonio...su
Antonio  : ciao, ciao
Carla : ciao 

 

PROG. 12142                         DATA 04/11/2011                 ORA 16.29.36      

SINTESI Antonio con Debora e poi con carla alla quale chiede se ci sono novità. Carla risponde affermativamente e gli dice di aspettare che viene su.

TRASCRIZIONE INTEGRALE  

Debora : pronto?
Antonio  : mi passi la Carla
Debora : sono Debora Antonio
Antonio  : Carla ..
Carla : dimmi
Antonio  : novità?
Carla : eh si, aspetta che vengo su ...va
Antonio  : si.
 

Nessuno si preoccupa della reiterazione dei reati, prevale la logica del lucro.

 
PROG. 12332                         DATA 10/11/2011                 ORA 18.35.58      

SINTESI Antonio con Carla, lei gli dice che l'ha chiamato Ciccione e lei domani mattina deve portare gli originali delle licenze che ha lasciato il Comune ma quelli intestati solo alla Chiara quelli che sono appesi, Antonio dice che va bene

TRASCRIZIONE INTEGRALE 

Antonio  : pronto
Carla : ehhh Antonio
Antonio  : ehh
Carla :  ascolta mi ha chiamato Ciccione e domani mattina devo portare gli originali delle licenze che ha lasciato il Comune ... ma quelli intestati solo alla ..... Chiara...!!
Antonio  : quelli che sono appesi no..
Carla : quelli che sono appesi..si!!
Antonio  : ehh allora che cosa vuole...
Carla : eh due ..... i due originali...
Antonio  : si.... eh son li son..
Carla : si si si... lo so che sono li
Antonio  : che se li prendono domani mattina no
Carla : ahh ok va bene ciao

 
PROG. 11877                         DATA 25/10/2011                 ORA 10.11.27 

SINTESI Donna dice ad Antonio se scende giù perchè è arrivato Fabrizio.

TRASCRIZIONE INTEGRALE 

Antonio  : FAMELI Antonio  Carla : CAPELLO Carla

Antonio  : pronto
Carla : Antonio.. Antonio..
Antonio  : si
Carla : eee ascolta, vieni giù?..c'è.. adesso è arrivato Fabrizio
Antonio  : Chi c'è?
Carla : Fabrizio
Antonio  : beh vengo giù.. vengo giù!

  

PROG. 12332                         DATA 10/11/2011                 ORA 18.35.58

SINTESI Antonio con Carla, lei gli dice che l'ha chiamato Ciccione e lei domani mattina deve portare gli originali delle licenze che ha lasciato il Comune ma quelli intestati solo alla Chiara quelli che sono appesi, Antonio dice che va bene

TRASCRIZIONE INTEGRALE 

Antonio  : pronto
Carla : ehhh Antonio
Antonio  : ehh
Carla :  ascolta mi ha chiamato Ciccione e domani mattina devo portare gli originali delle licenze che ha lasciato il Comune ... ma quelli intestati solo alla ..... Chiara...!!
Antonio  : quelli che sono appesi no..
Carla : quelli che sono appesi..si!!
Antonio  : ehh allora che cosa vuole...
Carla : eh due ..... i due originali...
Antonio  : si.... eh son li son..
Carla : si si si... lo so che sono li
Antonio  : che se li prendono domani mattina no
Carla : ahh ok va bene ciao 

 

 

CAPITOLO 14 

FAMELI ANTONIO – VALENTINO ELPIDIO


Anche il rapporto tra il notaio Elpidio Valentino di Alassio ed Antonio Fameli non si può ridurre semplicemente ad un rapporto di carattere professionale. Infatti, il notaio sa bene che Antonio Fameli non è titolare delle società utilizzate per le compravendite ma, nonstante ciò, si rende suo complice consentendogli di portare a termine trattative ed incassare denaro.

Lo stesso Giuseppe Carelli in sede di interrogatorio ha confermato che Antonio Fameli era presente alla sottoscrizione degli atti e conduceva di fatto la trattativa.

Dopo aver posto l’attenzione sull’espediente “ipoteca” ideato da Antonio Fameli per tenere testa al Comune circa una controversia, si elencheranno alcune conversazioni telefoniche relative ai rapporti tra le due persone in argomento.


L’ipoteca

Il comune di di Boissano, con provvedimento già trasmesso, datato 11.01.2011, ha disposto l’immissione in possesso a proprio favore di alcuni immobili, realizzati abusivamente sui terreni di cui ai mappali 1477 e 1635, facenti capo a FAMELI Antonio ed, in particolare, alla società Vallauris.

Per ostacolare l’attività della P.A., ed approfittando del fatto che la proprietà degli immobili in questione era stata trasferita nel frattempo dalla “Vallauris” ad altre società ed, infine, alla più volte citata “PAFIMO”, FAMELI ipotizza di gravare i fabbricati con un’ipoteca a favore di un’ulteriore società sempre a lui riferibile, “l’ARCOBALENO”. In tal modo l’Ente Pubblico si sarebbe ritrovato i terreni ove sorgono gli immobili gravati da ipoteca.

Antonio Fameli parla di ciò, chiedendo consigli su come agire,  agli avvocati Giovanni Ricco, Marsala Claudia e Gandolfo Gian Maria. Nessuno di loro consiglia l’interessato di non attuare quella che di fatto si configura come una truffa ai danni della P.A.

PROG. 6015                           DATA 09/04/2011                 ORA 11.12.11      

TRASCRIZIONE INTEGRALE 

ANTONIO : FAMELI Antonio                         CLAUDIA : MARSALA Claudia


OMISSIS  inizialmente parlano dello stato di salute di entrambi

ANTONIO :.. ha iniziato a fare qualcosa lì?
CLAUDIA : come?.. si no ho iniziato a leggere.. mò lunedì mi ci.. domani mi ci dedico di più perchè così sono tranquilla.. e lunedì lo finisco..
ANTONIO : sà cosa ho pensato avvocato
CLAUDIA : dica
ANTONIO : siccome che abbiamo fatto la visura e ancora non hanno trascritto niente e non possono trascrivere perchè.. è fatto da un'altra società
CLAUDIA : certo
ANTONIO : se io quando rientro.. sempre con lei.. andiamo.. diciamo prendiamo un'altra società dei nostri.. una nuova
CLAUDIA : si
ANTONIO : e su quel mappale che c'è il terreno con la costruzione.. facciamo un'ipoteca di 100 mila Euro a favore dell'altra società e che entro un anno .. entro un anno deve pagarle la.. e se dopo domani vanno ad espropriarlo non.. c'è un'ipoteca sopra un mutuo sopra
CLAUDIA : certo si
ANTONIO : si può anche pensare così no?
CLAUDIA : si può anche fare così si si si si.. quando rientro poi ne parliamo.. lei quando rientra?
ANTONIO : e io martedì o mercoledì
CLAUDIA : e va beh quando rientra poi ci vediamo e ne parliamo per bene
ANTONIO : e quello lì è importante.. più facciamo sto esposto. guarda io voglio vedere e fare un esposto.. penale o non penale basta che facciamo.. faccio qualcosa.. perchè è ora di finirla..
CLAUDIA : si però non si esponga lei.. commendatore.. che non ci.. che non le torni indietro a lei ecco..
ANTONIO : e no quello no.. io debbo dire.. io debbo dire quello che c'ho i carti in mano.. non è che posso dire di più
CLAUDIA : no.. eh infatti.. è quello il discorso.. infatti lo faccio e glielo fà vedere anche aaa..
ANTONIO : si?
CLAUDIA : a quel suo amico..
ANTONIO : si a quella persona..si eh..
CLAUDIA : e dopodichè lo presentiamo..
ANTONIO : sempre con i carti in mano..sempre con le carte in mano
CLAUDIA : certo.. no ma perchè commendatore.. quando presentiamo noi.. ci fanno le pulci.. presentano gli altri.. qualsiasi cavolata và bene
ANTONIO : eh... va bene.. ci sentiamo mi fà piacere che l'ho sentita
CLAUDIA : buona giornata

  

PROG. 1404                           DATA 16/04/2011                 ORA 17.10.26      

TRASCRIZIONE INTEGRALE 

ANTONIO : FAMELI Antonio        CLAUDIA : MARSALA Claudia

CLAUDIA : pronto
ANTONIO : avvocato bello
CLAUDIA : è rientrato?
ANTONIO : si si come stà?
CLAUDIA : beh.. abbastanza bene
ANTONIO : e beh (inc.le) dai
CLAUDIA : lei tutto bene?
ANTONIO : si.. allora subito dopo l'appello dopo due giorni dopo pasqua facciamo gli atti.. solo ho dovuto.. ho dovuto minacciare un pochettino che lo denuncio a Dell'Isola..
CLAUDIA : che ha fatto di nuovo
ANTONIO : eee.. dunque.. sta casa che noi abbiamo..
CLAUDIA : eh
ANTONIO : i due alloggi che c'avevo.. uno vicino a lei
CLAUDIA : eh
ANTONIO : avevo fatto un condono dell'86
CLAUDIA : si..
ANTONIO : ecco.. dall'86 a oggi son passate tre proprietà
CLAUDIA : si
ANTONIO : ha fatto una concessione edilizia.. una concessione edilizia.. ha accettato di finire i lavori.. ha dato l'agibilità
CLAUDIA : si
ANTONIO : ha fatto tutto.. il notaio La Cava.. che è un bastardo sto notaio.. non si è affidato della commissione edilizia.. ha voluto la copia del condono.. se è tutto a posto
CLAUDIA : si
ANTONIO : e lui dalla copia del condono dice che non possiamo fare.. non potremo fare l'atto perchè mancava ancora.. 1600 Euro da pagare dell'85..ohu..
CLAUDIA : (inc.le)
ANTONIO : eh.. ma no ma allora ci dissi io.. ma scusa Dell'Isola.. adesso è tutto a posto.. c'ho dato la dichiarazione.. ma scusi allora le concessioni che lei ha dato e tutti gli atti che abbiamo fatto son nulli?... e addirittura ha dato una concessione edilizia.. ci dissi io la denuncio stavolta ci dissi io ..ma ma  aggiustiamo tutto..
CLAUDIA : si aggiusta tutto..o bisogna agire?
ANTONIO : no no no aggiust.. no no (inc.le)il notaio c'ha già la cosa in mano il bollettino in mano..
CLAUDIA : ma porca mis..
ANTONIO : non ce l'ho detto prima perchè..
CLAUDIA : (inc.le)
ANTONIO : no ma è una cosa pazze.. no no già il notaio La Cava c'ha il bollettino in mano
CLAUDIA : ah
ANTONIO : facciamo tutto insieme.. tutti e tre gli atti insieme subito dopo pasqua tutti si si si
CLAUDIA : è micidiale guardi.. micidiale.. ma pensi che tutte le volte che trovavamo qualcuno.. ogni volta diceva qualcosa..una volta (inc.le)
ANTONIO : (inc.le) uguale eccolo quì... ci ho detto.. Dell'Isola ma lei mi ha dato una concessione edilizia quì.. automaticamente sà che il (inc.le) dà una concessione (inc.le) è tutto a posto.. e cazzo è un disguido.. è infatti è uno disguido dice ma (inc.le)
CLAUDIA : (inc.le)
ANTONIO : mò adesso ho fatto fare le visure io.. ancora non hanno trascritto niente..
CLAUDIA : si
ANTONIO : io quando dopo pasqua.. quando lei stà un pò più bene.. andiamo dal notaio Valentino e facciamo l'ipoteca di 150 mila Euro..
CLAUDIA : ecco
ANTONIO : e chiuso.. facciamo così e non se ne parla più
CLAUDIA : anche perchè.. se vuole fare anche prima lo facciamo prima eh
ANTONIO : no no no facciamo prima tanto non.. non ho (inc.le).. aspettiamo dopo pasqua no?
CLAUDIA : va bene si
ANTONIO :  (inc.le) facciamo tutto così.. facciamo sti 150.. dopo sai cosa faccio?
CLAUDIA : si
ANTONIO : prendo e lo vendo.. a qualche famiglia.. la.. la società Pafimo che non sà niente di.. materia.. che io non centro niente non c'ho nessuna procura non c'ho niente.. io faccio un'ipoteca eh.. a un'altra società che si chiama Arcobaleno del Perù.. quello del Perù lo.. la Pafimo lo vende quell'ipoteca sopra a una persona qualunque.. e se ne và ad abitare..vediamo cosa combinano..
CLAUDIA : (inc.le)
ANTONIO : lei ha trovato qualcosa lì di fare qualcosa
CLAUDIA :  ho messo tutto e mi son scritto tutto quanto.. adesso poi lunedì metto tutto in ordine e poi glielo faccio leggere..
ANTONIO : ah si si molto bene ah..
CLAUDIA : ok?
ANTONIO : prima (inc.le) ci sentiamo ancora eh.. non comprate l'agnello perchè io ne ho preso uno intero per voi eh..
CLAUDIA : va bene grazie (inc.le)
ANTONIO : va bene grazie avvocato


PROG. 6570                           DATA 27/04/2011                 ORA 19.21.10      

SINTESI Ricco e Antonio. Antonio gli dice dei quattro alloggi in Boissano, quelli da confiscare. Antonio dice che  hanno fatto la confisca sulla società che non è proprietaria. Infatti non è più la Vallauris, ma una società straniera. Antonio chiede se l'ultima proprietà fa un'ipoteca da 150.000 euro a vantaggio di un'altra società quando vanno a sequestrare trovano un'ipoteca, un debito di 150.000, è quindi chiede a Ricco se è una buona idea.  Ricco ride e dice di si, chiede chi è il legale rappresentante della società proprietaria e Antonio dice che lo ha già. Antonio dice che la proprietà e intestata ora a una società straniera che il legale rappresentante è Carelli. Ricco dice che l'importante non sia lui.  Ricco gli dice che però chi prende l'ipoteca poi chiede a Carelli. Antonio dice che Carelli non ne sa nulla. Antonio poi dice che in ogni caso anche la società a favore della quale viene fatta l'ipoteca è straniera. Dicono che poi il comune, nel momento che procde con la confisaca, si trova un'ipoteca e vogliono vedere cosa fà poi. Ricco dice che non pagano mica l'ipoteca. Ricco dice che va bene purchè trovi la persona. Antonio conferma che lui non compare in nulla.

 

PROG. 6982                           DATA 15/05/2011                 ORA 20.19.35 

SINTESI Antonio con Claudia MARSALA, alla quale dice che vorrebbe essere tranquillo nel fare l'ipoteca. le dice di chiedere al notaio se l'ultima società facesse un'ipoteca di 100.000 euro se avesse valore in caso di confisca. la MARSALA risponde che secondo lei non varrebbe la confisca ma che comunque chiederà al notaio martedì. spiega che la società nuova comprerebbe senza nessuna trascrizione. la MARSALA dice che sarebbe meglio parlare con notaio e che lo incontrerà martedì, pertanto passerà da Antonio mercoledì o giovedì. Antonio le dice che la sente bene e la MARSALA risponde che é grazie alle sue preghiere. la MARSALA chiede dove sia e che quando starà meglio si organizzeranno

 

PROG. 6983                           DATA 15/05/2011                 ORA 20.23.43      

SINTESI Antonio con avv Gandolfo, chiede per l'ipoteca. ricco spiega che l'ipoteca potrebbe risultare nel caso in cui venisse fatta sull'immobile e non sulla società. Gandolfo dice anche che sarebbe meglio fare una visura prima di fare l'ipoteca caso mai il Comune avesse trascritto qualcosa. Nel caso avesse trascritto la nuova società potrebbe fare un ricorso, un'istanza al comune che verrà sicuramente respinta ma che varrà come "data" per fare ricorso al Tar. Antonio fa' fare la visura al notaio VALENTINO

 

FAMELI Antonio prosegue, pertanto, nel suo intento e predispone presso il notaio VALENTINO Elpidio quanto occorre a realizzare il suo progetto. Il suo riferimento presso il notaio è il Dottor Andrea al quale si preoccupa anche di chiedere se i mappali su cui c’è da costituire l’ipoteca siano liberi. Si ritiene si riferisca ad eventuali trascrizioni da parte dell’Ente Pubblico. L’assistente lo rassicura.

PROG. 2294               DATA 16/05/2011    ORA 12.31.40  

SINTESI Antonietta con Andrea del notaio valentino, parlano dei terreni che sono intestati alla Pafimo e non gli risultano formalità pregiudizievoli. Antonio gli dice che vuole un appuntamento con il notaio che fanno subito l'atto dell'ipoteca. Antonio gli dice che loro in base alle lettere che gli hanno fatto il Comune chiede se possono fargli il pignoramento sui mappali intestato ad altra società perchè non è più della Vallauris che è passato alla Pafimo e chiede se loro possono farlo sui mappali o sulla società ed è per questo che vuole parlare con il notaio per fare l'atto dell'ipoteca. Si accordano per vedersi mercoledì alle 11.00 dal notaio.

 
PROG. 2530                           DATA 23/05/2011                 ORA 12.31.

SINTESI Antonio con Andrea del notaio Valenino, Antonio gli dice che fanno prima tutta la villa che non và a chiedere il certificato d'urbanistica a Boissano perchè sennò si accorgono che và a fare gli atti. Antonio gli dice che fanno la villa e poi l'ipoteca sui due mappali e il trasferimento della villa. Poi Antonio glii dice che domani serà c'è da fare un atto di un terreno , Andrea dice che è quello che  centrava il geometra Inguscio che voleva venire domani per discutere alcune cose sulla tassazione e non per fare l'atto. Parlano poi del primo atto e dicono che lo fanno venerdì 27 alle 18.

 
PROG. 2323                           DATA 08/06/2011                 ORA 18.30.37 

SINTESI Antonio con Andrea dello studio Valentino, Andrea gli dice che ha mandato le visure catastali degli immobili intestati a PAFIMO e Antonio chiede se sul mappale dell'ipoteca 1477 e 1635 e  se sono liberi e Andrea dice di si che non ci sono formalità, sono liberi,  si risentono domani mattina. Antonio gli chiede le visure per quell'atto di Stellanello.


Successivamente è la segreteria del FAMELI, Maria Antonietta BARILE,  ad interessarsi della pratica, sempre con l’assistente del notaio VALENTINO. Quest’ultimo fornisce indicazioni specificando che in caso di vendita di questi terreni servirebbe il CDU (Certificato di Destinazioni Urbanistica che il Comune non rilascerebbe vista la situazione urbanistica in atto).


PROG. 2555                           DATA 17/06/2011                 ORA 17.06.35  

SINTESI Maria Antonietta con Dott. Andrea. Maria Antonietta dice verrà fatta la vendita dalla PAFIMO all'Arcobaleno che poi ci costituisce sopra un'ipoteca di 100.000. Poi però M.A specifica che fanno solo l'ipoteca, anche perchè per la vendita è necassario, dice Andrea, il CDU. Successivamente l'Arcobaleno fa una procura (generale) a Fameli e poi per quanto riguardo i Tomasello che hanno acquistato da loro i terreni  bisogna fare una procura generale limitatamente a quei terreni (con la possibilità di frazionare, vendere e   delega ad altri) a FAMELI Saverio. Per la Mafipa dovranno aspettare perchè l'amministratrice (MARSALA) è ammalata.


La BARILE parla con il Dottor Andrea di tali terreni anche successivamente all’avvenuta iscrizione dell’ipoteca. L’occasione è il momento in cui il FAMELI sta organizzando un ulteriore fittizio passaggio di proprietà dei suoi beni.


PROG. 2106                           DATA 12/09/2011                 ORA 12.14.37  

SINTESI Maria Antonietta chiede di parlare con Dott. Andrea, poi parla con questi e gli dice che quei atti lì sono quattro e ANDREA gli dice che sono di più e glieli elenca (mappali) 396-398-400-1631-1632-1634-1474-1475 dicendo che quelli li vendono. ANDREA dice che 4 sono quelli che non c'entrano niente e Maria Antonietta dice che c'è anche il 399, Andrea conferma per il trasferimento anche di quello. Maria Antonietta elenca quelli che non c'entrano niente  393-450-1633-1636. Andrea dice che nell'atto di acquisto dalla MONTECARMO alla  PAFIMO c'erano 1477 e 1635 che non vendono ora,  poi chiede se sono quelli ipotecati, Maria Antonietta non sa cosa dire e Andrea dice che sono quelli ipotecati

 

L’impiegato affronta il discorso anche direttamente con il FAMELI.

 

PROG. 2232                           DATA 14/09/2011                 ORA 11.54.16      

SINTESI Antonio con il dott. Andrea. Antonio gli dice che hanno altri tre atti da fare e gli spiega che la società che hanno fatto ieri sera ora  stà facendo i codici fiscali e la partita iva ad Albenga percò la P.I. non gliela danno subito ma i codici fiscali si e questa società deve acquistare l'azienda di Carelli. Andrea gli dice che prima deve avera i dati per iscrivere in camera di commercio e serve quindi la partita iva e l'indirizzo di posta elettronica certificata di chiedere al suo commercialista. Antonio gli dice che lo farà chiamare da Antonietta. Poi Antonio parla della cubatura che devono fare un compromesso di vendita del terreno e della cubatura e dice che siccome  l'arcobaleno ha già 100 mila Euro di ipoteche sopra chiede se se lo può intestare, Andrea dice che non ci sono problemi sull'ipoteca. Antonio avanza dei dubbi sul discorso dell'ipoteca nel momento che effettuano delle vendite. Andrea dice che l'importante che quando si fà l'atto definitivo interviene l'arcobaleno per cancellare l'ipoteca nel caso intestassero l'ipoteca a terza persona. Antonio dice che l'arcobaleno interviene ma la Pafino entro  uno o due anni non c'è più e Andrea dice che nel frattempo devono fare il trasferimento del terreno. Parlano che ora manca il certificato urbanistico per fare l'atto. Antonio dice che quindi fanno il compromesso dell'arcobaleno e Andrea dice che fanno il compromesso  dove vengono ceduti il terreno (ipotecati) e la cubatura dalla Pafimo alla Arcobaleno. Antonio fà il resoconto e dice quindi la cubatura i due terreni la vendita attività commerciale e dopo c'è un'altra vendita che non si ricorda

Tra la documentazione sequestrata presso lo studio del notaio Valentino è stata ritrovata la pratica in questione: l’atto di costituzione dell’ipoteca è del  22 giugno 2011. La “PAFIMO” (rappresentata dal noto CARELLI) costituisce sui terreni in questione, mappali 1635 e 1477, siti nel Comune di Boissano, un’ipoteca  dell’importo di 100.000 euro a favore della nota società “Arcobaleno s.a.c.” (rappresentata dalla MAGINO Socualaya, convivente di Fameli) di diritto peruviano.

Il notaio, che nei suoi atti dispone di copia del provvedimento dell’Ente Pubblico di immissione in possesso (oggetto di sequestro) si premura di specificare che: “le parti esonerano me notaio da ogni responsabilità in ordine alla situazione ipotecaria e catastale dell’immobile in oggetto avendomi espressamente dispensato da ogni indagine in merito”.

L’impiegato che intrattiene rapporto con FAMELI e BARILE dovrebbe identificarsi per Andrea GROLLERO, nato a Genova l’ 08.04.1982, residente in Alassio (SV), Vico della Chiusetta, n. 5, domiciliato in Villanova d’Albenga (SV), Via Molinetto, n. 27.

La circostanza che il notaio conoscesse la situazione e il gravame, oltre che dal contenuto delle intercettazioni,  è stata confermato da CARELLI alla S.V. in sede in interrogatorio.

 

 

CAPITOLO 15

FAMELI ANTONIO – GIUSEPPE CARELLI

ROBERTO GENOVA  (Dir. Uff. Postale Ceriale)

 
Per incassare i guadagni delle compravendite eseguite con la società “PAFIMO”, Antonio Fameli ha acceso, avvalendosi del prestanome Giuseppe Carelli, un conto corrente postale presso la sede di Ceriale. In quell’ufficio, fondamentale si è rivelata la complicità del direttore Roberto Genova che in diverse occasioni ha creato appositamente le condizioni affinché Antonio Fameli entrasse in possesso di somme di danaro provenienti da fonti diverse.

 

PROG. 2355                           DATA 10/06/2011                 ORA 12.01.07    

SINTESI Antonio Fameli chiama l'Ufficio Postale di Ceriale e chiede di Carla ma gli risponde il Direttore (Roberto). Appena riconosciuto l'interlocutore che per altro gli comunica che la signora Carla è in ferie,  Famel gli dice: "Salve Direttore.....allora , in settimana fanno quel bonifico...  perchè devo....fare la banca di Loano.........., ce ne è uno da 150 ed un altro da 52 e 800.......ce nè  due che debbono arrivare." Il Direttore chiede su quale conto e Fameli rispond esu quello di Pippo (Giuseppe Carelli). Il direttore risponde che ha capito! Poi Antonio Fameli si informa circa la possibilità di dare una carta Bancomat ai clienti del Casinò.


Il Direttore è consapevole che il danaro è di Antonio Fameli e che Giuseppe Carelli è solo “una testa di legno”. Infatti, spiega agli interessati le difficoltà a far uscire somme di danaro in contanti dal conto corrente intestato a Carelli.

 

PROG. 7                                   DATA 01/08/2011                 ORA 10.13.50     

SINTESI Pippo con Roberto delle poste di Ceriale, Pippo gli dice che si trova a Roma in ferie e gli dice che l'ha chiamato lui e gli chiede se gliele può fare in quattro tranches in contanti e viene sù a prenderli a venti a venti. Roberto gli dice che così in contanti per una volta può andare bene e gliel'ha già detto e gli dice di fare degli assegni di non fare contanti che delle cifre così alte è come gli assegni vidimati che è uguale identico e gli dice perchè non hanno nome i soldi e per una volta si può anche fare di vedere loro. Pippo gli dice che lui voleva pagare in contanti e Roberto gli dice che 20 mila Euro una volta si può fare. pippo gli dice che deve partire da Roma e gli deve assicurare quando  glieli dà e Roberto gli dice che giovedì và bene. Roberto ribadisce che glielo aveva già detto (per i soldi in contanti) e Pippo gli dà ragione.

TRASCRIZIONE INTEGRALE

Roberto : poste Ceriale?
Giuseppe CARELLI : eh Roberto?
Roberto : si dimmi
Giuseppe CARELLI : ciao ascolta, io mi trovo a Roma in ferie.. e ti volevo chiedere.. perché m'ha chiamato lui m'ha chiamato.. in quante in quanto tranches riusciamo a farli in contanti? e vengo su a prenderli..
Roberto : siamo di nuovo punto da capo..
Giuseppe CARELLI : a 20 a 20 non lo posso prendere?
Roberto : siete.. allora o capite le cose.. o eh.. così in contanti una cosa del genere e.. una volta può andar bene.. ma poi su alla fin fine.. va beh, vedete voi, fate quello che volete eh!
Giuseppe CARELLI : ma no (-)
Roberto : ma nel senso che ve lo dico queste cose qui.. fate degli assegni non fate contanti.. delle cifre così alte é come quello degli assegni vidimati, la stessa cosa, uguale identica
Giuseppe CARELLI : uguale ah no no (-) pensavo che in contanti si poteva fare..
Roberto : e no é la stessa identica cosa.. perché non hanno.. non hanno nome i soldi.. poi vedete voi eh! uhm!
Giuseppe CARELLI : ho capito, va bene ti ringrazio
Roberto : una volta una volta si può anche fare.. una volta! però ..
Giuseppe CARELLI : ma posso eh io se vengo per una volta sola o facciamo una volta, si può fare però? perché lui voleva pagare in contanti voleva veder se poteva pagare..
Roberto : eh
Giuseppe CARELLI : una volta sola diciamo..
Roberto : eh.. 20.000 euro per una volta si può fare..
Giuseppe CARELLI : eh ma non (-) perché io partirei da Roma Robé.. tu mi devi assicurare quando ci so ce l'hai che me li metti da parte così io vengo da Roma vengo..
Roberto : eh guarda fino a prima di dopodomani non te li posso avere
Giuseppe CARELLI : no no no se ne parla giovedì giusto?
Roberto : quando?
Giuseppe CARELLI : giovedì
Roberto : giovedì allora giovedì va bene.. eh..
Giuseppe CARELLI : si sono una volta Robé che lui ehh.. che poi glielo dico.. se é (-) c'é il blocchetto di assegni sai non lo so, Robé tu te la prendi con me ma io che c'entro..
Roberto : no nel senso nel senso nel senso.. che..uhm.. quando dico le cose.. eh..
Giuseppe CARELLI : eh eh ma  infatti io gliel'avevo detto.. e infatti, lui .. e lo so Robé.. no ma tu hai ragione, ma infatti io gliel'ho .. io hai visto che ho portato anche Rita, che Rita magari non credeva, io ho detto guarda che Rita..andiamoci assieme così.. lo senti anche tu eh eh (ride) ok Robé?
Roberto : ciao
 si salutano


PROG. 9                                   DATA 01/08/2011                 ORA 11.19.41  

SINTESI Pippo con Rita lui gli dice che lo ha chiamato e gli spiega che si è un pò arrabbiato perchè gli ha detto che è la stessa cosa degli assegni. Pippo gli spiega che gli ha detto che si può fare una volta sola con al masimo 20 mila e poi devono usare gli assegni, Rita gli dice di dirglielo a suo papà. pippo gli dice che non ha il numero e di chiamarlo lei di dirgli che lo possono fare una volta solo la prossima settimana e poi basta che gli ha detto che neanche adesso lo voleva fare che gli ha detto di usare gli assegni e che glielo aveva spiegato un'altra volta. Rita gli richiede quando della prossima settimana e Pippo gli dice che pensa o mercoledì o giovedì. Rita gli dice che tanto Antonio poi vorrà parlare con lui e quindi di chiamarlo sul suo numero oggi pomeriggio sul presto, Pippo gli dice che lo chiamerà verso le cinque. Pippo ribadisce che Roberto non era d'accordo, alla fine Pippo dice che lo chiamerà verso le tre.
 

PROG. 23                                DATA 02/08/2011                 ORA 11.01.09 

SINTESI Pippo con Roberto, quest'ultimo gli dice che si è  informato per la questione di prendere i contanti che è lo stesso problema degli assegni. Roberto dice che non si può esporre e che deve segnalarli, pippo gli dice che glielo ha detto a lui che poi si faranno gli assegni normali con il blocchetto che aveva lui e gli dice che ora è in Brasile e che gli servono i 20 mila in contanti per pagare degli operai e che gli farebbe una cortesia. Roberto gli dice che è una cosa che non và bene ed è come gli assegni che sono trasferibili, pippo insiste per i contanti e Roberto dice che lui la domanda la fà però è il tipo di operazione che non và bene che dovrebbero pagare con gli assegni che c'è la tracciatura. Poi gli dice che già avevano fatto quei vaglia che poi sono tracciabili ma che gli "avevano titato le orecchie" che doveva segnalarlo e ora se gli  capita una cosa del genere non può dire che non se ne è accorto. Pippo gli dice che per questa volta  viene a prendere i 20 mila e dalla prossima volta con i blocchetti degli assegni per pagare gli operai e gli dice che ora è a Roma e deve prenotare il treno. Roberto dice che ha dei problemi seri che già l'hanno richiamato una volta. pippo gli dice che oggi chiama ad Antonio in Brasile e glielo dice. Roberto gli dice che il problema è solo prendere i soldi in contanti che lui deve capire che non sono più i tempi di una volta e che se vogliono i soldi in contanti questa volta li segnala anche perchè poi vengono a cercare a lui e non ad Antonio. Pippo gli dice che questa operazione di segnalarla e poi basta di fare gli assegni e gli chiede se per mercoledì della prossima settimana viene in sù se ci sono. Roberto gli dice di dire della sua situazione ad Antonio e di dirgli che  lui  li segnala.   Si accordano  per  vedersi  mercoledì della  prossima  settimana a Ceriale dall'ufficio   di Roberto e che quando Pippo viene sù andrà direttamente in ufficio da lui e li mettono in valigetta. Roberto ribadisce che li segnala e Pippo dice che và bene.

TRASCRIZIONE INTEGRALE

PIPPO : CARELLI Giuseppe detto Pippo    ROBERTO : uomo da identificare (Poste Ceriale)

Omissis;: in sottofondo si sente la voce di Pippo che parla con una persona e dice il direttore 

ROBERTO : Poste Ceriale
PIPPO : si Roberto sono Pippo.. ciao
ROBERTO : eh ciao
PIPPO : ciao dimmi tutto Robè.. ho visto adesso il messaggio in segreteria
ROBERTO : allora..eee.. io mi sono informato.. guarda che la questione di prendere i contanti e lo stesso problema degli assegni..
PIPPO : si
ROBERTO : io purtroppo non mi posso esporre.. nel senso che te lo dico già.. ee se vuoi i 20 mila Euro io te lo dico però io lo segnalo eh.. te lo dico già eh.. perchè io non mi voglio  (inc.le)
PIPPO : siii.. no ma Robè.. io gliel'ho già detto a lui no?
ROBERTO : eh
PIPPO : perchè io gliel'ho detto.. guarda che (inc.le) e del suo assegno trovi (inc.le).. si fanno gli assegni normali quelli blocchetti che avevo io
ROBERTO : e infatti
PIPPO : e quello si si.. ma io già l'ho convinto.. ho chiamato (inc.le) che lui è in Brasile no?
ROBERTO : uhm
PIPPO : eh.. e l'ho chiamato lì.. però adesso mi servono sti 20 mila la prossima settimana per pagare in contanti degli operai capito Robè.. solo per quello
ROBERTO : lo sò hai ragione.. però il discorso è questo
PIPPO : per una volta.. mi faresti una cortesia solamente stavolta e boh
ROBERTO : ma non è la cortes.. allora
PIPPO : ah ma tu dici di segnalarli.. si và bene Robè..
ROBERTO : ma non è una cosa.. allora fate quello che volete.. e per mè eee.. non non..come dire.. non và bene è una cosa che non và bene.. non và bene.. comunque..
PIPPO : ma prelevare in contanti Roberto?
ROBERTO : non và bene.. è come gli assegni che non sono.. che sono trasferibili.. è la stessa cosa.. è la stessa cosa
PIPPO : dimmi tu Robè.. se lo posso fare per una volta.. a me mi fai sta.. perchè gli operai mi hanno chiamato.. per pagarli.. perchè.. i blocchetti non ce li ho io.. io partirei da Roma addirittura per venirli a prendere.. figurati a te Robè.. non lo sò dimmi tu se la prossima settimana sono disponibili io vengo su
ROBERTO : ma non è questione di disponibili perche io faccio la domanda e che non è che sia un problema
PIPPO : eh certo
ROBERTO : disponibile o non disponibile.. è il tipo di operazione è quello il fatto io cosa vuoi che ti dica..
PIPPO : non lo sò dimmi tu Robè dimmi tu
ROBERTO : io ti dico che .. la miglior cosa è pagare con gli assegni.. esiste una tracciatura una clonata.. così dato che avete già fatto quegli assegn.. quelli quei vaglia che poi comunque sono tracciabili.. perchè poi sono tracciabili
PIPPO : si
ROBERTO : eh però mi hanno già tirato le orecchie.. mi han detto guarda che dovevi segnalarlo.. e io a questo punto se mi capita una cosa del genere non è che posso dire.. non me ne sono accorto..
PIPPO : certo certo.. no no ma tu hai ragione.. Robe ma tu hai ragione.. no no.. tu hai ragione.. però.. io ti volevo chiedere solamente stavolta se se venivo a prenderli 20 mila
ROBERTO : ma stavolta
PIPPO : poi boh poi io io l'ho già detto a lui.. gli ho telefonato in Brasile proprio ieri sera proprio gli ho detto.. guarda questa è l'ultima operazione che facciamo in contanti perchè vanno segnalati è un casino.. dalla prossima volta si lavora solamente con il blocchetto d'assegni.. allora m'ha detto va beh si ok che così ti paghi gli operai e sei a posto..  capito? Io devo pagare gli operai solo per quello Robè..
ROBERTO : ma gli operai dipendono da te comunque?
PIPPO : eh?
ROBERTO : gli operai dipendono da te?
PIPPO : e si si.. li devo pagare io li devo pagare devo venire in sù e pagarli capito.. che poi vanno in ferie gli operai e boh.. e solo per quello Robè se io la prossima settimana vengo e tu mi prepari sti 20 io boh.. e non ci sono problemi io vengo sù da roma.. devo prenotare l'intercity e venire sù.. pensa te Roberto a me anzi è una scocciatura addirittura.. sono in ferie figurati (ride) sono in ferie sono a Roma da mio fratello pensa te
ROBERTO : certo certo
PIPPO : per cui dovrei partire devo prenotare il treno e venire sù.. non sò se tu mi dici per mercoledì ce l'hai pronti Robè.. io devo prenotare il treno devo prenotare
ROBERTO : lo sò.. io ho dei problemi seri.. nel senso che .. non mi avessero richiamato già una volta..
PIPPO : allora facciamo una cosa Robè..eee ascolta.. io chiamo a lui oggi pomeriggio in Brasile e glielo dico
ROBERTO : eh
PIPPO : che ci sono dei problemi a prendere dei soldi in contanti gli dico
ROBERTO : certo certo. ma non per averli eh.. per la questione che sono soldi in contanti.. non
PIPPO : si perchè son soldi..eh eh
ROBERTO : oggi come oggi non si può.. eee... nel senso che.. come dire
PIPPO : certo
ROBERTO : eee.. poi c'è il discorso che può essere.. una cosa che non è giusta e comunque.. vabbè..
PIPPO : no no no ma tu hai ragione
ROBERTO : ma io (inc.le)
PIPPO : è una cosa che lui ha da capirlo lui eh..
ROBERTO : eh. cioè deve capire che non sono più i tempi di una volta.. che
PIPPO : eh lo sò lo sò.. perchè se tu m'avevi detto m'avevi detto.. vabbè.. per una volta lo facciamo  e poi però non lo facciamo più.. e io gli avevo detto a lui.. ieri infatti in Brasile gli avevo detto.. guarda lo facciamo stavolta e poi non si fà più poi si lavora solo con gli assegni e basta.. mi fà ah va bene così te li paghi subito in contanti mentre sei a Loano e via.. solo per quello Robè io ti dico tutto li per mè poi dimmi tu cosa devo fare io lo chiamo oggi pomeriggio e glielo dico
ROBERTO : eh no io come ti dico.. io se mi chiedi i soldi in contanti.. io questa volta li segnalo perchè sinceramente.. ee.. come dire.. ee..
PIPPO : certo certo
ROBERTO : sono delle cose che.. io perchè poi vengono a cercare a mè. non è che vengono a cercare a lui eh.. vengono a cecare  me e  te.. quello è il discorso
PIPPO : si si ma lo..
ROBERTO : e a me.. se succede che qualcosa che non và.. che non l'ho segnalato.. son dolori ma son dolori veramente seri
PIPPO : no io direi io direi Robè se tu sei daccordo.. sta operazione quà.. questa quà.. li segnaliamo.. sta quà e basta.. poi.. ho detto anch'io poi basta.. perchè se dobbiamo avere sempre delle grane di quà e di là.. gli ho detto lavoriamo con gli assegni e boh finiamola lì tanto son soldi non è che non son soldi..
ROBERTO : uhm
PIPPO : non lo sò Robè io gliel'ho detto.. dimmi tu
ROBERTO : vabbè vabbè vabbè
PIPPO : che faccio mercoledì vengo sù son pronti Robe? perchè io..
ROBERTO : ma mercoledì questo o mercoledì di una settimana?
PIPPO : l'altra settimana direi io
ROBERTO : la prossima settimana
PIPPO : siii e nò Robè perchè devo cercare anche il biglietto del treno eh.. se trovo il biglietto.. io sono a  Roma non è il fatto.. io arriverei a Ceriale.. prenderei i contanti pago la sera.. organizzo tutti gli operai.. pago gli operai e io all'indomani riparto per roma.. pensa te che traffico mi faccio Robè.. eh per mè era tranquillo fare gli assegni e via.. figurati.. hai ragione anche tu Roberto.. eh io che ti.. non lo sò dimmi tu Robè.. allora per mercoled' posso venire in sù prenoto un treno o no?
ROBERTO : io ti dico.. diglielo che .. che dipende..che io ho tempo fino a lunedì aa chiedere sti soldi eh.. tu parti..
PIPPO : e io lunedì ti.. allora facciamo .. ecco.. no io vengo venerdì..
ROBERTO : digli della mia situazione e che poi se succede qualcosa io non ne voglio avere dei mal di pancia..
PIPPO : certo
ROBERTO : e nè niente
PIPPO : certo no no ma quello per carità no no ma quello non ti preoccupare ci penso io perchè poi parte.. io direi (inc.le) ormai questa operazione quà perchè ho già chiamato gli operai e gli ho detto si venite vi pago in contanti la prossima settimana vengo sù a Torino
ROBERTO : uhm
PIPPO : eee si a Torino volevo dire a Ceriale.. ee.. e boh eee niente Robè se tu mi dici mercoledì ci sono.. non questo eh io dico.. la prossima settimana
ROBERTO : si si va bene
PIPPO : io prenoto adesso un treno e vengo sù Robè
ROBERTO : eh io ti dico già quello che faccio eh comunque
PIPPO : ah ok perfetto che tu li segnali
ROBERTO : io li segnalo
PIPPO : si si si
ROBERTO : va boh
PIPPO : ma Robè allora che facciamo ti devo chiamare per la conferma dei soldi o no?
ROBERTO : no no no se mi dici mercoledì io mercoledì te li faccio avere eh
PIPPO : e io mercoledì.. mercoledì dai.. mercoledì io sono sù a ceriale da te non sò a che ora arrivo eh.. io ti chiamo e ti dico a che ora arrivo ok Robè?
ROBERTO : io l'ufficio è aperto tutto il giorno quindi eh
PIPPO : si lo sò lo sò.. ma io mi devo organizzare da Roma pensa te (ride) non è che .. e ti volevo dire Robè quando però ce li hai vengo lì un attimo dietro da te nell'uffcio dietro eh.. e li mettiamo in valigetta perchè se..
ROBERTO : si si si va bene
PIPPO : eh.. boh io glielo dico .. io oggi lo sento tanto e glielo dico.. e questa è l'ultima operazione che facciamo così e basta..
ROBERTO : si si si no no no ma no.ma anche se è l'ultima operazione te lo dico già che io la segnalo eh te lo dico già eh
PIPPO : si si no no ma va bene Robe.. ma adesso io segnalarli per mè non c'è problema perchè son soldi di mutuo.. sono atti di mutuo abbiamo un atto di mutuo che abbiamo fatto Robè.. a me non dovrebbe succedere niente capito?
ROBERTO : va bene
PIPPO : tu li segnali tranquillamente così tu sei fuori tranquillo e mi lasci 20 mila Euro
ROBERTO : va bene
PIPPO : anzi fanne 21.200
ROBERTO : va bene
PIPPO : ok ci vediamo mercoledì prossimo allora
ROBERTO : si ciao
PIPPO : ciao 

 

Rita  utilizza gli assegni firmati in bianco da Pippo ma, Roberto all’Ufficio Postale chiede una conferma telefonica prima di procedere al pagamento.


PROG. 25                                DATA 02/08/2011                 ORA 13.02.44 

SINTESI Pippo con Rita, lei gli dice che sono andati gli operai e Roberto vuole una sua chiamata prima di dare i soldi. pippo gli dice che l'ha chiamato prima. Rita gli dice che Tomasello è andato e ha un assegno che tra gli operai e tutto ci vogliono 10 mila Euro e  Roberto gli ha detto che ci vogliono tre giorni e  Tomasello gli ha risposto che li aspetta tre giorni però Roberto vuole lo stesso una chiamata di pippo e di dirgli  quando  possono  andare se  venerdì  o sabato.    Pippo dice che ora lo chiama e Rita gli  ribadisce  di chiede quando Tomasello può andare a prendere i 10 mila Euro perchè lui gli ha dato e che ha l'impresa e deve pagare gli operai. Pippo gli dice che lo chiama e poi richiama  Rita.

TRASCRIZIONE INTEGRALE

FAMELI Giuseppina (Rita) : Ciao Pippo
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ciao mi hai chiamato (inc)?
FAMELI Giuseppina (Rita) : Sì sì non ti preoccupare ascoltami ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì
FAMELI Giuseppina (Rita) : ...sono andati gli operai l'unica cosa che Roberto vuole una tua chiamata prima di dare i soldi
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ma c'ho parlato prima l'ho chiamato prima per i soldi!  Madonna ma è veramente un cosa sto Roberto!
FAMELI Giuseppina (Rita) : (inc)
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Allora lo chiami tu?
FAMELI Giuseppina (Rita) : Ascolta, ascolta ascolta ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì
FAMELI Giuseppina (Rita) : ...Tomasello è andato aveva un  assegno perchè tra operai e tutto quanto ci vuole diecimila Euro lui ha detto ci vogliono tre giorni e Tomasello gli ha detto va bene io io aspetto tre giorni chi se ne frega ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : (iinc)
FAMELI Giuseppina (Rita) : ...però voleva una tua chiamata digli allora quando possono andare se venerdi o sabato e Tomasello ha detto che aspettano tanto gli operai possono aspettare però devo sapere quando mandarlo perchè fino a sabato mi aspettano poi gli operai non mi aspettano più eh Pippo
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Certo, allora chiamo subito chiamo dai!
FAMELI Giuseppina (Rita) : (inc) digli che Tomasello quando può andare a prenderli diecimila Euro perchè tu l'hai dato perchè lui ha l'impresa e deve pagare gli operai...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Certo Certo ok lo chiamo subito lo chiamo
FAMELI Giuseppina (Rita) : Poi mi chiami e mi dici quando devo mandarlo così lui (inc) oggi glielo dico
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Va bene ok ok chiamo subito ...
FAMELI Giuseppina (Rita) : Grazie
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ciao bella
FAMELI Giuseppina (Rita) : Grazie Ciao
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ciao ciao ciao

 

PROG. 27                                DATA 02/08/2011                 ORA 13.13.32  

SINTESI Pippo con Roberto delle poste di ceriale, Pippo gli dice che l'ha chiamato Tomasello per i soldi che gli ha detto che voleva la sua chiamata, Roberto gli dice che non ci sono i soldi sul conto corrente e Pippo gli dice che ci vogliono 4 giorni lavorativi e che gli aveva detto di andarli a prendere giovedì. Pippo gli dice che ora lo chiama lui.

TRASCRIZIONE INTEGRALE

PIPPO : CARELLI Giuseppe detto Pippo    ROBERTO : uomo da identificare (Poste Ceriale)

ROBERTO : Poste Ceriale
PIPPO : Roberto.. sono Pippo
ROBERTO : dimmi
PIPPO : ciao no.. m'ha chiamato Tomaselli per i soldi che voleva volevi la mia chiamata
ROBERTO : uhm
PIPPO : eh ma io gliel'ho detto.. si fra tre gio.. fra due giorni ci sono i soldi tanto sul conto corrente
ROBERTO : eh non ci sono ancora eh!
PIPPO : si quattro giorni lavorativi.. no giovedì.. ma se tu eee.. te lo faccio venire.. infatti non ho capito qual'è il problema.. perchè io gli ho detto di andare giovedì a prendere i soldi
ROBERTO : eh ma lui mi ha detto.. eh m'ha detto di venire.. gli ho detto ma guarda che.. eee..
PIPPO : allora ha capito male lui.. perchè io sò.. allora.. tu m'avevi detto l'altro giorno.. m'avevi detto ..Pippo i soldi arrivano quattro giorni lavorativi.. eh boh.. quattro giorni è giovedì eh..
ROBERTO : infatti
PIPPO : adesso lo chiamo io dai.. allora ci sent.. ha capito male lui Giu.. eee Robè.. scusami
ROBERTO : va bene prego
PIPPO : ciao
ROBERTO : ciao

  
PROG. 32                                DATA 04/08/2011                 ORA 11.08.15      

SINTESI Pippo in sottofondo dice mercoledì mattina, poi Pippo con Roberto( Poste di Ceriale) gli dice che mercoledì mattina arriva a prendere quelle cose lì, e gli dice di preparare 21.200 euro. Inizialmente Roberto non capisce Pippo e questi dice che non può parlare. Pippo dice che sarà lì mercoledì mattina alle 09.00 così lui ha tutto il tempo di preparargli tutto con calma. Poi sempre Pippo chiede se è tutto a posto per le altre cose e Roberto dice che non ha ancora guardato, quindi Pippo dice che ci sono poichè ha già visto lui. si salutano rimanendo che si vedranno mercoledì mattina

TRASCRIZIONE INTEGRALE

PIPPO : CARELLI Giuseppe detto Pippo    ROBERTO : uomo da identificare (Poste Ceriale) 

In sottofondo mentre squilla il telefono si sente Pippo dire :" mercoledì allora .. mattina

ROBERTO : Poste di Ceriale
PIPPO : Roberto
ROBERTO : oh ciao dimmi
PIPPO : ciao sono Pippo.. ascolta allora io arrivo.. mercoledì mattina a prendere quell'affare lì eh..
ROBERTO : eh.. va bene eee
PIPPO : facciamo per mercoledì.. per che or.. vado a fare il biglietto stasera
ROBERTO : uhm
PIPPO : e vengo sù a Loano.. fai 21 e due.. eh Robè..
ROBERTO : non ho capito.. non ho capito
PIPPO : vengo a prendere ventuno e due
ROBERTO : ventunmila e duecento?
PIPPO : ventuno
ROBERTO : ventunmila?
PIPPO : si si
ROBERTO : uhm e il due cosa
PIPPO :  è mercoledì.. dimmi Robè
ROBERTO : non riesco a capire il due cosa centra.. ventuno e due cosa significa?
PIPPO : si che eee.. ti prendo ventuno e due prendo.. mi prepari ventuno e due mi prepari
ROBERTO : ventunmila e duecento Euro
PIPPO : si si
ROBERTO : ah ah
PIPPO : io non posso parlare Robè.. non è che .. solo per quello
ROBERTO : ah va beh va beh
PIPPO : io mercoledì mattina sono da te verso le nove
ROBERTO : uhm va bene
PIPPO : ok così almeno tu mi prepari tutto con calma eee via.. e boh.. tutto a posto per l'altro affare  no vero?
ROBERTO : ah non l'ho ancora guardato non (inc.le)
PIPPO : bravo boh boh no..no no ma ho guardato io ci sono eh
ROBERTO : ah va bene ok
PIPPO : si si si  Robè perchè così prendo vengo sù ..perdo sti due giorni tre giorni e vengo su
ROBERTO : va bene
PIPPO : ok ci vediamo mercoledì mattina allora
ROBERTO : ok
PIPPO : ciao
ROBERTO : ciao

 
PROG. 52                                DATA 08/08/2011                 ORA 10.39.08

SINTESI PIPPO con ROBERTO( poste di Ceriale) gli conferma se si vedono domani e Roberto di tutta risposta gli dice che l'appuntamento era per mercoledì. Pippo si corregge dicendo che domani arriva lì, dormirà da RITA e poi si vedranno mercoledì alle 09.00, si salutano

TRASCRIZIONE INTEGRALE

PIPPO : CARELLI Giuseppe detto Pippo    ROBERTO : uomo da identificare (Poste Ceriale) 

ROBERTO : Poste Ceriale
PIPPO : Roberto.. ciao sono Pippo.. ci vediamo domani allora Robè?
ROBERTO : Come domani!? Mercoledì ti ho detto
PIPPO : si no.. arrivo domani su.. domani sera dormo e mercoledì mattina si
ROBERTO : aaahhh perchè  (inc.le)
PIPPO : noi no no io stavo calcolando che parto domani e arrivo domani sera.. dormo lì da Rita e poi vengo lì
ROBERTO : va bene
PIPPO : mercoledì
ROBERTO : mercoledì
PIPPO : ok?
ROBERTO : ok
PIPPO : ciao Roberto ciao
ROBERTO : ciao
 

Pippo effettivamente si è poi recato a ritirare la somma in contanti di 21.200,00 euro di cui 1.200,00 li ha trattenuti quale suo compenso per sottoscrizione atti per conto di Antonio Fameli.


PROG. 105                              DATA 17/08/2011                 ORA 09.05.42

SINTESI PIPPO con ROBERTO (Poste Ceriale) gli dice ha fatto un assegno da 25.000 euro e se può andare a ritirare la cifra in contanti. Roberto gli risponde che "ti sparo addosso". Pippo ridendo cerca di fargli capire che è arrivato "IL COMMENDA "dal Brasile e gli ha chiesto questa cosa, pertanto gli dice che lui(PIPPO) ha fatto degli assegni a persone che hanno fatto dei lavori e questi andranno a ritirare l'equivalente in contanti di questi titoli. Roberto dice che così, se non è lui che si fa l'assegno, va bene purchè queste persone vadino prima lì, compilino un foglio con tutti i dati per la prenotazione dei soldi, poi a questi gli verrà dato quello che chiedono il giorno che le poste stabiliscono, ma lo stesso Roberto nutre dei dubbi dicendo che non sa perchè queste persone non vanno nelle loro rispettive banche a versare questi assegni. Pippo lo ringrazia e gli dice che lo dirà agli interessati

Trascrizione

Roberto (Dir.Poste Ceriale) : Poste Ceriale
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : E Roberto?
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : O ciao dimmi
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ciao ascolta e io ho fatto un assegno da 25.000 ...
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : mhm
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : ...lo posso venire ad incassare?
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : (inc) in contanti ma io ti sparo addosso!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : (ride) e allora aspetta Robe ti spiego (inc)
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : (inc)
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : (inc) ascolt
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : ...E' la stessa cosa  (inc) col col bancomat
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : eh ... allora ascolta no no ti dico io gli ho detto perchè a e eè ritornato il commenda dal Brasile e gli ho detto detto: guarda che così così così e lui mi fa no no ma e io incasso l'assegno questo mi hai fatto l'assegno e io lo incasso. Guarda che non si può io gli ho detto allora gli ho detto guarda allora ve bè ascolta io gli ho detto: allora guarda io lo chiamo e poi lo richiami tu così ti spiega tutto lui dalla A alla Z ...
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : MMM Non lo so è la stessa che c'è...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Eh lo so!
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : ...un assegno a te stesso te lo fai? O a un'altra persona?
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì, un'altra persona!
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : A bè se viene un'altra persona però lo deve prenotare i soldi!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Eh sì nooooo un'altra persona Robè no no no e che (inc) mica io che faccio l'assegno io e poi (inc) è la stessa cosa!! Io l'ho fatto ad un'altra persona l'ho fatto che ha fatto dei lavori
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : Va bene eee....
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ma Eh per quando?
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : ...Non riesco a capire perchè questa persona non lo versi direttamente in banca che...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Lo lo questo non lo so Roberto!
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : ...eeee ragazzi! Va bè va bè
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Non lo so Robe questo sinceramente non lo so...
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : Va bè ee bisogna ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Non glielo dato non non gli ho chiesto spiegazioni perchè io gliel'ho fatto gli ho pagato i lavori ....
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : mhm
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : ... e bò solo quello Robè non sono andato a chiedere perch perchè non lo versi di qua di là siceramente Robè ...
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : Mhm
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : ...Non ho neanche quando gli posso a sta persona quando gli posso dire di venire a incassare st'assegno...
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : Eh deve venire qui e firmarmi un foglio eh!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì ma quando Robè?
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : Eee questo qui deve venire darmi tutti i dati  che vuole incassare l'assegno...lui deve venire!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì lui lui lui lui no io che c'entro io gli ho fatto l'assegno a lui a lei anzi a lei alla moglie
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : Questa persona deve venire qui ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : ...deve scrivermi un documento che io prenoto i soldi per quel giorno e glieli do!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Perfetto, ok va benissimo allora glielo dico adesso la chiamo più tardi e glielo dico ok ciao Roberto
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : Va bene
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : ciao ciao
Roberto (Dir.Poste Ceriale) : ciao


Antonio Fameli alla fine, con la compiacenza del direttore dell’Ufficio Postale di Ceriale, riesce a ritirare l’intera somma realizzata con la compravendita effettuata da Rita e Pippo mentre lui si trovava in Brasile.

 
PROG. 1198                           DATA 19/08/2011                 ORA 13.35.58      

SINTESI Antonio che si presenta come Fameli e il direttore delle Poste di Ceriale. Gli chiede se al posto di andare lui va Pippo sia meglio. Il direttore gli dice che è la stessa cosa. Allora Antonio gli chiede come fare. Il direttore dice di fare assegni postali. Se no gli consiglia di fare dei vaglia non trasferibili. Il direttore dice che devono fare assegni non trasferibili se no fanno i controlli. Antonio dice che li va a prendere in contanti lunedì e poi fa una dichiarazione che sono per una mediazione. Dice anche al direttore che sono soldi puliti frutto di una compra vendita.

TRASCRIZIONE INTEGRALE

Roberto: direttore IUfficio Postale di Ceriale, in corso di identificazione

Donna: Poste Ceriale?
Antonio FAMELI :  eh c'é il Direttore sono FAMELI...
Donna : si un attimo..
Roberto : pronto?
Antonio FAMELI : oh mi perdoni sono FAMELI buongiorno
Roberto : ah buongiorno FAMELI..
Antonio FAMELI : lunedì al posto che vengo io se viene Pippo, é meglio o no?
Roberto : é la stessa..
Antonio FAMELI : ah la stessa..
Roberto : é la stessa..
Antonio FAMELI : ah pure che vengo io é la stessa cosa..
Roberto : é la stessa cosa
Antonio FAMELI : ah.. ah io ho capito che se li prendeva lui non era la stessa cosa..
Roberto : é la stessa cosa.. non..
Antonio FAMELI : e come dobbiamo fare? se abbiamo (-).. può fare gli assegni postali? perché dobbiamo fare dei pagamenti, dobbiamo dare 5000 euro a Tomasello que..
Roberto : eh lo so ma infatti ho detto di fare gli assegni.. gli assegni postali! e l'importante é che intanto non siano non trasferibili, intanto..
Antonio FAMELI : no io lunedì quando vengo quei 25.000 euro posso fare l'assegno vostro di quelli (-)
Roberto : si i vaglia, si possono fare i vaglia, certo..
Antonio FAMELI : quelli che mi faceva prima no?.. si chiamano vaglia quelli?
Roberto : si vaglia.. però il discorso é questo.. che bisogna farli trasferibili, no non trasferibili e però, non trasferibile eh
Antonio FAMELI : ah si possono trasferire o no?
Roberto : no!
Antonio FAMELI : ah no!
Roberto : non trasferibili, ciao (saluta qualcuno)..
Antonio FAMELI : e se erano quelli assegni che.. quegli assegni che mettiamo li dava  a TOMASELLO, li davano a .. a Mariano..
Roberto : ma allora, il discorso é questo.. non.. oggi come oggi assegni no..  trasferibili non si possono fare, nel senso che si possono fare però poi fanno i controlli eh..
Antonio FAMELI : ah ho capito
Roberto : é quello il problema
Antonio FAMELI : ah beh ma io li vengo a prendere in contanti, io fatto la mediazione sulla sulla vendita..
Roberto : va bene
Antonio FAMELI : per i soldi sono puliti perché sono di una compravendita..
Roberto : no no no va bene va bene
Antonio FAMELI : io dopo dichiaro, metto a dichiarazione che me li hanno dati per la mediazione e chiuso..
Roberto : va bene ok
Antonio FAMELI : a lunedì grazie
Roberto : a lunedì salve.. grazie a lei buongiorno 


PROG. 1260                           DATA 21/08/2011                 ORA 12.35.50       

SINTESI Antonio con Fabio che detta 10200220159 (codice fiscale della ROAN S.R.L., società amministrata da AGUILAR RAMERO Servio Ramiro, residente in via Aurelia 271 a Loano) . Antonio dice che allora vanno domani dopo le 10.30.

 
PROG. 178                              DATA 29/08/2011                 ORA 08.45.46

SINTESI Antonio con PIPPO gli dice che hanno finito quei 3 alloggi su, ora  li venderanno e faranno gli atti.Antonio gli dice che deve pagare una fattura "grossa" e gli chiede di chiamare in posta per vedere sul conto quanto hanno. PIPPO dice che chiamerà subito e gli farà sapere

TRASCRIZIONE INTEGRALE

CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Pronto!
FAMELI Antonio : Pippo bello!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Commenda mi dica tutto!
FAMELI Antonio : E che abbiamo finito quei tre alloggi lassù eh abbiamo finito molto belli mò le vendiamo e facciamo gli atti...ascolte io devo pagare una fattura grossa adesso puoi chiamare lì in posta cosa c'è sul conto?
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì
FAMELI Antonio : (inc)
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : (inc) Poi chiamo e poi lo richiamo
FAMELI Antonio : Richiama subito grazie Pippo grazie
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Va bene, va bene subito chiamo! Salve commenda

 
PROG. 179                              DATA 29/08/2011                 ORA 08.47.59  

SINTESI Pippo con Roberto( Poste di Ceriale) gli chiede di vedere quanto gli è rimasto nel conto e Roberto chiede il numero del conto. Pippo dice che non se lo ricorda e gli da la data di nascita 29.08.1962, come richiesto da Roberto. Quest'ultimo gli dice "12"- 12.000 e Pippo gli ripete 12.000, lo ringrazia dicendo che si regola un attimo

TRASCRIZIONE INTEGRALE

Roberto : Poste Ceriale?
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Roberto?
Roberto : Sì ciao dimmi
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ciao ciao ascolta volevo chiedere una cortesia mi puoi dire quanto abbiamo ancora (inc) nel conto?
Roberto : Sì
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Perchè io non mi ricordo più porca miseria!
Roberto : Il numero del conto te lo ricordi?
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Il numero del conto no! No, no non me lo ricordo Roberto
Roberto : ...Allora ...eee (inc) aspetta un attimo ....
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì sì
Roberto : ... dimmi la tua data di nascita per cortesia ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : 29, 8, 62
Roberto : ... uno ...uno sette (sussurra) ...12 ...120000
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : 12.000?
Roberto : Sì
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Va bè grazie Roberto così mi regolo un attimino ciao grazie ciao
Roberto : Ciao
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ciao ciao

PROG. 184                              DATA 29/08/2011                 ORA 09.24.35     

SINTESI Antonio con PIPPO, gli dice che ha fatto un assegno poichè deve pagare una fattura di 10.000 euro e quindi lo invita a chiamare il direttore per cambiare l'assegno a DOMENICALE, poichè questi ha imbiancato tutti gli alloggi. Pippo dice che lo chiamerà subito

TRASCRIZIONE INTEGRALE

CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Commenda!!
FAMELI Antonio : Eh
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Mi dica tutto!
FAMELI Antonio : Ho fatto naaa ho fatto ho dovuto pagare una fattura urgente di diecimila Euro chiama un pochettino che c'è lo pagano va alla posta!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Non ho capito commenda?
FAMELI Antonio : Ho fatto un assegno di diecimila Euro che ho dovuto pagare una fattura per l per la pittura  degli alloggi
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì
FAMELI Antonio : Eh e allora il direttore vuole che tu lo chiami per pagare sto assegno
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Per per cambiare l'assegno?
FAMELI Antonio : Sì ha detto di chiamarlo tu il direttore che ce lo cambia che ha fatto tutti gli alloggi ha fatto
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ah va bene!
FAMELI Antonio : bianco tutto
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì sì va bè lo chiamo subito e glielo dico
FAMELI Antonio : E che va DOMENICALE ci cambia l'assegno ah
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ok va bene sì sì lo chiamo subito ok vado commenda! Salve 

 

Roberto è molto preoccupato per la tracciabilità dei prelievi ma, il Pippo sembra non capire la pericolosità del movimento richiesto.


PROG. 190                              DATA 29/08/2011                 ORA 09.34.57      

SINTESI Pippo con Roberto delle Poste di Ceriale, gli dice che ha fatto un assegno di 10.000 euro e Roberto si lamenta del fatto che loro continuano a non capire definendoli " teste di cazzo" poichè ritirare in contanti non si fa e poi se ne accorgeranno visto che fanno sempre così. I due continuano a discutere sul fatto che Pippo ha fatto un assegno per lavori eseguiti e Roberto sostiene che il beneficiario li vada a versare sul suo conto e non li ritiri sempre in contanti da loro, poichè devono avvisare. I due discutono sempre sulla stessa linea e PIPPO dice di aver capito male lui

TRASCRIZIONE INTEGRALE 

Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Poste Ceriale?
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : E Roberto?
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Oh ciao dimmi
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì ciao ascolta. Io ho fatto un assegno da dieci ...
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Allora ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Va bene?
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : ... Voi siete, lo posso dire? ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) :  Sì
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : ...delle gran teste di cazzo!!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Perchè?
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Vi continuo a dire di non prendere soldi in contanti
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : No no in contanti!! Ho fatto un assegno da dieci!! Va bene?
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Ma non va bene per niente! Ma e cioè non capite proprio niente proprio no ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Non m'hai capito va bè. Io ho fatto un assegno al muratore da diecimila
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Eh!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Eh che viene in ban che pi viene in posta a cambiarselo!
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Ma ma ma va non capite niente!! Va bene! Fate quello che volete...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ma no ma non ho capito ma scusa non posso fare un assegno?!
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Non potete fare assegno ma sti soldi contanti non si possono chiedere somme così in contanti! ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : No in contanti!! Lui nooo!! Lui viene a cambiare sto' assegno!!
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : E come lo cambia!!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Non so come  come lo cambia? In posta lo viene a cambiare Robè!
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Va bè ...No (inc)
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : E' il lavoro è il lavoro che ha fatto lui che ho pagato!!
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Non lo volete capire eee io non lo so
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : No non  riesco a capire dove va bè scusami!
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Allora intanto diecimila Euro bisogna avvisare perchè non è che si possono avere così!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Sì ma infatti ti sto avvisando lu io li ho fatti (inc)
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Allora fate quello che volete!! Perchè io mi sembra di parlare coi muri proprio coi muri coi muri coi muri...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ma non riesco a capire ma scusa se io devo pagare una persona...
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Sì
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : ... come faccio a pagarla?!

Parlano insieme e le voci si confondono

Roberto (Dir. Poste Ceriale) : (inc) Se lo versa in banca o se lo versa su un altro conto postale hai capito!?
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ahaaaa
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Non riuscite a capire io ve l'ho detto in tutte le salse sembra che ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ho capito, ho capito allora o lui lo versa in banca o in un altro ufficio postale
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Ammm
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ah ho capito io pensavo che veniva lì da (inc)
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : (inc) un altro ufficio postale se c'ha un conto postale versa su un conto postale!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ah ah ho capito o in conto corrente?
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Ma non in contanti ma io non lo so se non riuscite a capire!!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ma non è in contanti io gli ho fatto un assegno del lavoro che ha fatto poi quando vuole cambiarlo se lo cambia
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Va bè
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Quello è il discorso hai capito Robè
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Va bè va bè fate quello che volete
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Io solo quello ho fatto!! Io gli ho dato un assegno come se faccio un assegno a te che mi fai il lavoro capito?
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Sì sì va bene io ti dico che in contanti non bisogna più pagare eh allora!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Non l'ho pagato in contanti gli ho fatto l'assegno Robè!!!
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Sì, va bene va bene
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ho pagato la fattura!!
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Va be va bene qualsiasi cosa e ee...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Come avevi detto tu!!
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : (inc) capire poi dopo le cose
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Va bè ma scusa ma io allora (inc) lo devo pagare a questo ma non l'ho pagato in contanti l'ho pagato tramite assegno!!
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Sì sì va bene va bene va bene
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : E' quello (inc)
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : (inc) in contanti
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Eh sì lui poi lo cambia st'assegno lo deve cambiare...
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Va bene va bene
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : ...o lo o lo(inc)
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : (inc) Giuseppe non mi prendete per fesso!!! Perchè quando io mi prende qualcuno per fesso io mi incazzo!!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Allora lui che deve fare scusami così glielo dico (inc) daccordo...
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Lui deve versarlo lui deve versarlo ed è finito il discorso poi (inc) a posto poi se volete fare fate tutto quello che volete!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ok
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : (inc)
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : No adesso glielo dico Robè
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Eh eh
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Adesso lo chiamo e glielo dico (inc)
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Sembra che continuo a dirvi le cose e continuate a fare (inc)
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : No, io pensavo facendo ...
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Eh è inutile che mi dite è un lavoro  va bene tu hai messo l'assegno perfetto, poi questo assegno ...
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ma no va bè io pensavo ti spiego se come se a me mi fanno un assegno vengo vengo e lo verso...
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Lo versi sul conto!!
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : A buò buò buò ok allora glielo dico allora glielo dico ah allora ho capito male io ho capito Robè
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : Va bene ok
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ok ciao
Roberto (Dir. Poste Ceriale) : ciao ciao
CARELLI Giuseppe (PIPPO) : Ciao ciao

 

CAPITOLO 16 

FAMELI ANTONIO – ISABEL (n.m.i.)

 

PROG. 12811                         DATA 24/11/2011                 ORA 12.41.53      

SINTESI Antonio con donna (Isabella), quest'ultima dice che parte domani per Tenerife e chiede se vuole fare qualcosa per lui oppure se per suo figlio se deve prendere o portare soldi. Antonio dice di no che gli hanno sequestrato tutto che aveva 50 mila e gli hanno sequestrato. La donna dice che và a Tenerife e vnon c'è per 10 giorni e dice che anche lei ha la finanza e vuole che gli porti gli assegni che alla finanza gli ha detto che ce li ha lui. Antonio dice che la finanza gli stà dando tutto inditro e cerca la copia in settimana e dice che la copia gliela manda a sua figlia.

TRASCRIZIONE INTEGRALE 

FAMELI Antonio : Pronto
Isabella (n.m.i.) : Antonio?...
FAMELI Antonio : Sì
Isabella (n.m.i.) : ...Guarda no aspetta lasciami parlare ...
FAMELI Antonio : Sì
Isabella (n.m.i.) : ...Io parto domani per Tenerife vuole che ti faccia qualche cosa in Tenerife o parle con o parle con tua figlio...
FAMELI Antonio : Ho la Finanza adesso stamattina (inc)
Isabella (n.m.i.) : Va bene no che io non voglio venire a là io parte per Tenerife .. vuole che tuo figlio ne deve (inc.le) soldi o te porta i soldi o te faccio il favore.. i te porto  soldi.. non lo so
FAMELI Antonio  : no no no m'hanno sequestra m'hanno sequestra m'hanno sequestrato tutto e avevo 50 mila e me l'hanno sequestrato
Isabella (n.m.i.) : eh eh non lo so
FAMELI Antonio  : m'hanno sequestrato tutto
Isabella (n.m.i.) : io come vado domani a po.. a Tenerife
FAMELI Antonio  : eh
Isabella (n.m.i.) : io domani vado a Tenerife.. lo sai che io por 10 giorni non ci sono
FAMELI Antonio  : va bene eee.. chiamo io a tua figlia dopo và
Isabella (n.m.i.) : no no no no aspetta
FAMELI Antonio  : o Madonna mia
Isabella (n.m.i.) : io per 10 giorni non ci sono.. ho bisogno perchè anche io ho la Finanza.. ho bisogno che mi porti lo assegni.. los assegnios.. che quì ho la Finanza e gli ho detto che ce l'hai te.. e la copia degli assegni.. capito?
FAMELI Antonio  : adesso la Finanza mi stà dando tutto indietro e io cerco di trovare la copia
Isabella (n.m.i.) : va bene ho capito
FAMELI Antonio  : stai tranquilla che trovo la copia in settimana
Isabella (n.m.i.) : stai tranquilla che và a due mesi.. guarda che aquì mi stanno mettendo..
FAMELI Antonio  : la mando a tua figlia la copia degli assegni.. (inc.le) mando a tua figlia
Isabella (n.m.i.) : parola Antonio o non parola?
FAMELI Antonio  : parola amore mio parola dai
Isabella (n.m.i.) : io adesso por dieci giorni
FAMELI Antonio  : parola che in settimana ci mando la copia dell'assegno a tua figlia
Isabella (n.m.i.) : va bene ok io sono "ablada" che non vengo che vado a Tenerife
FAMELI Antonio  : va bene ciao ciao
Isabella (n.m.i.) : che vado a Tenerife
FAMELI Antonio  : ciao Isabella
Isabella (n.m.i.) : ti ho chiamato perchè hai bisogno che io ti porti qualche cosa per tuo figlio
FAMELI Antonio  : no no no niente niente niente
Isabella (n.m.i.) : vabbè vabbè vabbè
FAMELI Antonio  : ciao ciao Isabella
Isabella (n.m.i.) : ciao te.. che io te voglio bene.. lo sai che.. ti ho chiamato per quello
FAMELI Antonio  : anch'io ti voglio bene Isabella (inc.le)
Isabella (n.m.i.) : però porta a me quello che mi stanno facendo la multa por favor
FAMELI Antonio  : trovo quegli assegni lì.. parlo io con la Finanza
Si interrompe la comunicazione

 

 

Tags: 'ndrangheta, gullace, fameli, Savona, slot, pronestì, intercettazioni, immobiliari, ceriale, società, loano, fameli antonio, carioca, pafimo, procura di savona, squadra mobile, casinò royale, serafino, brasile, gran canarie, carelli, terza parte 9, capello, valentino, notaio, poste, roberto genova, isabel

Stampa