La Casa della Legalità - Onlus è un'associazione nazionale di volontariato, indipendente ed opera senza finanziamenti pubblici o sponsor

seguici e interagisci suFACEBOOK TWITTER  YOUTUBE

CASA DELLA LEGALITA' E DELLA CULTURA - Onlus
Osservatorio sulla criminalità e le mafie | Osservatorio sui reati ambientali | Osservatorio su trasparenza e correttezza della P.A.

A Bologna, la nomenklatura di destra e sinistra si sente in Unione Sovietica...

A Bologna lo stalinismo è vivo, vegeto e trasversale [in coda gli articoli di Unità e Corriere di Bologna]
Va bene che a Bologna una delle vie più conosciute è via Stalingrado ma questi, destra e sinistra, sono convinti di vivere in Unione Sovietica e non si sono ancora accorti che il muro è caduto. Si il muro che copriva le porcate che fanno nelle Pubbliche Amministrazioni, nascondendo le carte per dire che tutto va bene. Non c'è niente da dire: abbiamo colpito nel segno. Il Dossier sulle assegnazioni della case popolari a Bologna da parte della Commissione del Consiglio Comunale (composta da politici e non tecnici, quindi illegale) ha scoperchiato il pentolone. Con tale pubblicazione i cittadini possono valutare l'azione di gestione delle case popolari attuata dal 1986 al 2004 dal Comune di Bologna. Oggi le dichiarazioni "era tutto in regola" dei vari consiglieri, assessori e sindaci succedutisi, di destra e sinistra, non reggono più...

Leggi tutto

Stampa Email

il dossier sull'inchiesta sull'illegalità nell'assegnazione delle case popolari a Bologna

"Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale
e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione
di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche,
di condizioni personali e sociali.
E' compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli
di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto
la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno
sviluppo della persona umana..."
[art. 3 Costituzione della Repubblica]

Leggi tutto

Stampa Email

Bologna - Per Affittopoli, "il tempo passa la prescrizione avanza"

Torna l'ombra di "Affittopoli" su Bologna. Questa volta per mano degli Amici di Beppe Grillo che rispolverano l'affaire che porto' alle dimissioni dell'assessore comunale alla Casa di allora Antonio Amorosi, il grande accusatore dei clientelismi. Promettono che domani sera proietteranno tutta la documentazione raccolta in un incontro a cui sono invitati il sindaco Sergio Cofferati, l'ex sindaco Giorgio Guazzaloca (entrambi non hanno ancora risposto), Amorosi e il presidente dell'Acer bolognese Enrico Rizzo (che invece ha gia' declinato l'invito). Ma chiederanno anche conto alla Procura di Bologna del procedere "lento" dell'indagine (a giugno 2009 i reati ipotizzati d'abuso d'ufficio andranno in prescrizione), con una richiesta di ispezione e verifica al Consiglio superiore della magistratura (Csm). Al tempo stesso denunciano un conflitto d'interesse del presidente Rizzo...

Leggi tutto

Stampa Email

presto attivo il

Frammenti sulla Liguria

Frammenti su altre Regioni

Dossier & Speciali

I siti per le segnalazioni

Osservatorio Antimafia
www.osservatorioantimafia.org

Osservatorio Ambiente e Salute
www.osservatorioambientesalute.org

Osservatorio sulla
Pubblica Amministrazione
www.osservatoriopa.org

 

e presto online

sito in fase di allestimento